Redazione

Nati il 17 agosto

1952 – Nasce a Rio de Janeiro Nelson Piquet, pilota brasiliano, tre volte Campione del Mondo di Formula 1 (1981, 1983, 1987). Pilota equilibrato e versatile, è stato in grado di imporsi in anni in cui la concorrenza (Prost. Mansell, Senna) era agguerrita e parecchio competitiva. Nell’immaginario collettivo Piquet rappresenta lo sportivo sciupafemmine e amante della bella vita. La sua carriera è stata costellata da diverse apparizioni su settimanali scandalistici, che fanno notizia quanto e più dei suoi trionfi in pista. Per il brasiliano 23 vittorie su 207 GP disputati, alla guida di Ensign, McLaren, Brabham, Williams, Lotus e Benetton.

1977 – Tanti auguri a Thierry Henry, uno dei migliori calciatori della sua generazione, nato a Les Ulis quarant’anni fa. All’età di sedici anni viene acquistato dal Monaco, che lo lancia in prima squadra nel 1994. Nei primi anni di carriera viene impiegato da ala, come nella Juventus, che lo acquista nel gennaio 1999 per poi cederlo dopo soli sei mesi all’Arsenal. A Londra Henry cambia ruolo, scoprendosi centravanti letale e affermandosi come leader dei Gunners. Otto stagioni tra Highbury e Emirates, vincendo due volte la Premier League, tre FA Cup e trascinando l’Arsenal alla finale di Champions persa contro il Barcellona. Proprio in Catalogna Henry si toglie lo sfizio di vincere un trofeo europeo (la Champions 2008/09), che si va ad aggiungere in bacheca alla Coppa del Mondo e al Campionato Europeo vinti con la nazionale francese nel 1998 e nel 2000.

Eventi sportivi del 17 agosto

1920 – Durante un match tra i Cleveland Indians e i New York Yankees, Ray Chapman, interbase di Cleveland, muore dopo essere stato colpito alla testa da un lancio. Non è il primo incidente del genere (avvenuto nel 1909), ma la maggior diffusione dei mezzi di comunicazione rende la morte di Chapman un caso nazionale. La MLB decide quindi di arginare il fenomeno dello spitball (lanciatore che sporca intenzionalmente la palla per appesantirla e creare traiettorie imprevedibili). I tempi non sono però ancora maturi per l’adozione obbligatoria del casco protettivo in battuta, che dovrà attendere addirittura il 1983.

2013 – Allo stadio Lužniki di Mosca, Usain Bolt vince la medaglia d’oro sui 200m ai Campionati Mondiali di atletica leggera, facendo segnare con il tempo di 19″66 la miglior prestazione stagionale. Il giamaicano, campione olimpico e mondiale in carica sulla distanza, si aggiudica la seconda delle sue tre medaglie, che si va ad aggiungere a quella sui 100m e anticipa quella con la staffetta 4x100m. Il tempo di Bolt è buono ma non eccezionale ed il distacco rifilato al secondo (il connazionale David Weir) è di soli tredici centesimi. Per Bolt è comunque il tris sui 200m, suo regno incontrastato ai Mondiali dal 2009 al 2015.

Aforisma del giorno

Il lato negativo del calcio è il lato negativo della nostra società. A volte le persone vanno alle partite di calcio e si portano appresso gli aspetti che non vanno del mondo che li circonda. (José Mourinho)