Redazione

In principio (e parliamo del 13 gennaio 1907) fu il Velodromo Umberto I, con il signor Pasteur di Genova ad arbitrare e con la vittoria dei padroni di casa del Torino per 2-1 sulla Juventus. Sono passati quasi 111 anni, ma il derby della Mole continua ad esercitare il fascino che solo la sfida tra due squadre che sono state leggenda può generare. E delle 194 gare ufficiali tra bianconeri e granata (con la Juventus in vantaggio nel computo totale con 83 vittorie, 55 pareggi e 56 vittorie del Toro), se ne sono giocate ben 17 in Coppa Italia, con le statistiche sempre a favore della società di Corso Galileo Ferraris. Alcuni dei match di Coppa sono volati via inosservati, altri però sono rimasti nella storia delle due squadre. Eccone qualcuno…

5. 2015/16 – Ottavi di finale – Juventus-Torino 4-0

Il primo dei precedenti presi in esame non è esattamente foriero di speranza per la squadra granata. Si tratta infatti dell’ultimo derby di Coppa Italia, in cui la Juventus di Allegri, sulla strada per vincere la seconda Coppa Italia delle tre sollevate con in panchina l’allenatore toscano, asfalta letteralmente il Torino di Ventura. Un 4-0 che non ammette assolutamente repliche da parte dei tifosi del Toro, firmato da una doppietta di Simone Zaza, da una rete di Dybala e dal gol nel finale di Pogba. Altro motivo per temere? L’arbitro, il signor Doveri, lo stesso che dirigerà la sfida numero 195.

4. 1960/61 – Finale per il terzo posto – Juventus-Torino 2-2 (5-4 d.c.r.)

E se il derby di Coppa Italia finisse ai rigori? Beh, non sarebbe una novità assoluta. La finale per il terzo e il quarto posto dell’edizione 1960/61 non è molto interessante, dato che entrambe le squadre schierano (abbastanza comprensibilmente) le riserve, ma rappresenta la prima sfida assoluta tra le torinesi a terminare dagli undici metri. Particolare interessante: all’epoca il rigorista era uno solo, i rigori, come recitava un famoso coro da stadio, erano tre, ma Mora per la Juventus e Mazzero per il Toro vanno sul dischetto ad oltranza e alla fine il più preciso risulta essere il bianconero.

3. 1992/93 – Semifinale – Torino-Juventus 3-3 (1-1, 2-2, Torino qualificato per gol fuori casa)

Spesso e volentieri le due torinesi si incontrano parecchio avanti nel tabellone e la sfida in semifinale è invece solitamente fortunata per i granata. Il doppio confronto tra il Torino di Mondonico e la Juventus del Trap, al suo ritorno in bianconero, regala spettacolo sia all’andata che al ritorno. Grande protagonista di quella Coppa Italia, che i granata vincono in finale contro la Roma, è Paolino Poggi, che all’andata pareggia un rigore di Baggio e al ritorno…un’autorete di Marchegiani, realizzando due delle tre reti che permettono alla squadra del Mondo di andarsi a giocare il trofeo grazie al 2-2 maturato nella partita “fuori casa” (ma pur sempre giocata al Delle Alpi).

2. 1979/80 – Semifinale – Torino-Juventus 0-0 (0-0, 0-0, 4-2 d.c.r.)

In realtà la semifinale dell’edizione 1992/93 sembra ricalcare particolarmente quella di tredici anni prima. Beh, magari con meno reti, ma con un finale ancora più convulso. Sulla panchina della Juventus c’è ovviamente il Trap, a guidare il Toro c’è Ercole Rabitti. Il match d’andata scorre tranquillo, il ritorno invece di infiamma ben prima della conclusione ai calci di rigore. Espulsi Sala e Furino per doppio giallo per reciproche scorrettezze e supplementari giocati in dieci da entrambe le squadre. A condannare la Juventus (e a regalare al Toro la finale, toh, con la Roma) sono gli errori dal dischetto di Cuccureddu e Tardelli, che si fanno parare il proprio rigore da Terraneo.

1. 1937/38 – Finale – Torino-Juventus 2-5 (1-3, 1-2)

Un derby che è valso la Coppa, nel vero senso della parola. A contenderselo nel maggio del 1938 la Juventus di Rosetta ed il Torino di Sperone. La doppia sfida non ha assolutamente storia, con i bianconeri che prima violano il Filadelfia con un netto 1-3, poi un giovanissimo e ancora bianconero Gabetto (che indosserà la maglia del Toro perdendo la vita nel 1949 a Superga) mette il timbro sulla gara di ritorno con una doppietta che rende inutile il vantaggio del Torino. La Juventus si aggiudica così, battendo i rivali cittadini, la prima delle sue dodici Coppe Italia.