Adriano Stabile

Una sfida tra Björn Borg e John McEnroe avrebbe la sua naturale collocazione in estate (a Wimbledon e agli U.S. Open i due hanno scritto pagine bellissime nella storia del tennis), eppure quest’anno potrebbe essere l’autunno a riportare in auge la leggendaria rivalità tra l’algido campione svedese e il rissoso mancino americano.

Borg vs McEnroe film

I veri Björn Borg e John McEnroe a Wimbledon nel 1980

Il film “Borg vs McEnroe”: riecco Wimbledon ’80

Il match più famoso tra i due assi della racchetta, le quasi quattro ore della finale di Wimbledon 1980, rivivono nel film “Borg vs McEnroe”, produzione scandinava per la regia del 42enne danese Janus Metz, all’esordio con un lungometraggio cinematografico dopo le esperienze nei documentari e in qualche serie tv. La pellicola sarà nei cinema in Danimarca, Norvegia e Svezia, la patria di Borg, dall’8 settembre per poi uscire in Germania, dove è nato lo statunitense McEnroe, un mese più tardi. Ad oggi non sono note altre date d’uscita del film che potrebbe arrivare anche in Italia. Dalla distribuzione, la Nordisk Film, ci fanno sapere che puntano a presentare il film a Venezia e al Toronto Film Festival, tra agosto e settembre.

Borg vs McEnroe film

Björn Borg, 60 anni, e John McEnroe, 58 anni

McENROE HA IL VOLTO DI SHIA LABEOUF
Borg avrà il volto dell’attore svedese Sverrir Gudnason mentre McEnroe è interpretato dal californiano Shia LaBeouf, diventato famoso una decina di anni fa come figlio di Indiana Jones nel quarto episodio della saga con Harrison Ford e recentemente arrestato durante una manifestazione anti Trump. «Non ci ho mai parlato, ma mi dicono che sia un pazzo, quindi potrebbe funzionare» ha detto McEnroe, quello vero, di LeBeouf nell’ottobre scorso, lamentandosi però di non essere stato interpellato durante la preparazione della pellicola. Ronnie Sandahl, che ha scritto la sceneggiatura, ha rivelato come sia stato LaBeouf a contattare la produzione per avere il ruolo, e non viceversa, perché si riconosceva nella personalità “incompresa” di McEnroe. Gudnason invece, nel più classico dei cliché nei film sportivi, ha raccontato di essersi allenato per sei mesi, 15 ore a settimana, tra partite di tennis e palestra.

IL TIE-BREAK PIÙ FAMOSO DELLA STORIA
Borg, più di McEnroe, è il vero protagonista del film (il titolo originario del film, nei paesi scandinavi, è soltanto “Borg”) che racconta i combattuti match tra i due campioni, tutti racchiusi tra il 1978 e il 1981 (14 incontri con 7 vittorie a testa), soffermandosi soprattutto sulla leggendaria finale di Wimbledon del 1980. Il 5 luglio di quell’anno, sull’erba di Londra, Borg superò l’americano in una sfida tiratissima durata quasi quattro ore: dopo i primi tre set piuttosto monotoni (2-1 per lo svedese), sul 4-4 nel quarto, Borg strappò il servizio a McEnroe andando alla battuta per vincere e guadagnandosi due match-point. McEnroe li annullò con un rovescio e un dritto al volo da metà campo arrivando così a un tie-break entrato nella storia: 34 punti in 21 minuti con Borg che mancò altri cinque match-point mentre McEnroe si impose 18-16 al settimo set-point. Nell’ultimo set Borg chiuse il conto, non senza difficoltà, vincendo il quinto Wimbledon della sua carriera per 1-6, 7-5, 6-3, 6-7, 8-6 in 3 ore e 53 minuti.

C’È PURE IL SEX SYMBOL VITAS GERULAITIS
Altri personaggi del film sono Lennart Bergelin, storico allenatore di Borg, interpretato da Stellan Skarsgård (che ha paragonato il rapporto tra i due a quello di Salieri con Mozart), Mariana Simionescu, tennista romena, fidanzata e poi moglie di Borg, interpretata dalla fascinosa Tuva Novotny, Vitas Gerulaitis, tennista statunitense considerato un sex symbol negli anni Settanta, che ha il volto di Robert Emms, e Kay McEnroe, la moglie di John, interpretata da Jane Perry. “Borg vs McEnroe” è stato girato a Göteborg, Praga, Londra, Montecarlo, New York e a Södertälje, il paese della Svezia dove è cresciuto Borg.

Borg vs McEnroe film

Sverrir Gudnason con Tuva Novotny in una scena del film (foto Julie Vrabelova)

NEL CAST ANCHE IL FIGLIO DI BORG
Nel cast anche Leo Borg, 13enne figlio dell’ex campione svedese, anch’egli tennista in erba. La cosa divertente è che Leo ha fatto il provino leggendo un annuncio in Svezia su Facebook e senza sapere di cosa si trattasse davvero: «L’ho scoperto soltanto dopoha raccontato al “Sun”è stato divertente». E così si è ritrovato a interpretare il padre da giovane. «Alla sua età non giocavo così bene», ha detto recentemente Bjorn a proposito di Leo, sempre più popolare tra i ragazzini svedesi appassionati di tennis. Chissà che un giorno, tra qualche lustro, non facciano un film anche su di lui.

Leo Borg

Leo Borg, 13 anni, interpreta il padre Björn da giovane (foto Josef Persson)

Janus Metz Borg

Il regista Janus Metz con i due attori protagonisti del film (foto Julie Vrabelova)

Borg film

Shia LaBeouf nei panni di McEnroe che protesta (foto Julie Vrabelova)

Borg movie

Sverrir Gudnason interpreta Borg (foto Julie Vrabelova)

Shia LaBeouf

Shia LaBeouf nei panni di John McEnroe (foto Julie Vrabelova)

Stellan Skarsgård

L’attore Stellan Skarsgård è l’allenatore di Borg (foto Julie Vrabelova)