Redazione

Sedici anni dopo l’ultimo successo, targato Schumacher, la Ferrari torna sul gradino più alto del podio a Montecarlo, nel Gran Premio di Monaco. La SF70H di Sebastian Vettel ha vinto. Per il tedesco si tratta del successo numero 45 in carriera (e terzo stagionale). Kimi Raikkonen secondo all’arrivo. Ora Vettel ha aumentato il suo vantaggio in classifica su Lewis Hamilton, settimo al traguardo dopo la disastrosa qualifica di ieri: 129 contro 104 punti. Terzo Daniel Ricciardo. Il finlandese della Ferrari era partito subito fortissimo tenendo dietro a Vettel e Bottas (poi quarto), ma alla fine ha ceduto alla rimonta del compagno. Decisiva la strategia dei pit-stop.

Le parole dei protagonisti

“Sì, sì’, sììì! Grande lavoro ragazzi, molto buono!”, Sebastian Vettel ha così gioito a fine gara dopo la vittoria nel GP di Monaco. “Oggi è stato davvero un grande piacere, macchina molto buona – ha aggiunto – È stata una corsa molto intensa, speravo di partire meglio ma non c’era spazio e ho deciso di aspettare. All’inizio scivolavo un po’. Poi nella seconda parte è come se avessi avuto altre gomme, sono riuscito a sfruttare quella finestra di utilizzo e prima della sosta ho spinto forte. Quando è toccato a me sono ripartito davanti a Kimi. Ottimo lavoro del team, grazie a loro, è stato un weekend perfetto”.

Deluso invece Kimi Raikkonen “È un secondo posto che non mi piace, ma a volte va così, punterò alla prossima e spero di fare meglio, è una di quelle giornate in cui si sperava di ottenere di più. La doppietta va bene per il team, ma io volevo la vittoria”.