Redazione

Vince la sua gara numero 55 in carriera, ma resta secondo nel mondiale a 6 punti da Sebastian Vettel, che ha lottato come un leone con la sua Ferrari. Lewis Hamilton si gode il successo al Montmelò grazie a una strategia di gara perfetta messa a punto dalla Mercedes. Terzo al traguardo Daniel Ricciardo, unico dei piloti in gara a non essere doppiato dai primi due. Tra Vettel ed  Hamilton sono volate scintille in pista, ma entrambi a fine gara hanno smorzato ogni polemica.

Le parole dei protagonisti

“Non sono partito nel miglior modo possibile – ha detto Hamilton – poi ho recuperato ed è stata una gara fantastica: così dovrebbe essere sempre, Sebastian è stato incredibilmente veloce ed è stata una grande lotta con lui. In partenza non so cosa abbia sbagliato io, devo parlarne con i ragazzi, ho avuto un po’ di pattinamento”. Poi il contatto con il ferrarista al momento dell’uscita di Vettel dai box: “È difficile dire cos’è successo, pensavo di avere preso la posizione, poi lui era vicinissimo, ma le gare sono così, non cambierei nulla di quanto è successo”.

“Io l’ho spinto, sono partito molto bene, e poi sono stato in testa fino alle prima soste – le parole di Seb – . Poi sapevo che l’uscita dopo la seconda sosta era cruciale, mi sono sorpreso a vederlo così vicino: ho provato a frenare il più tardi possibile, forse ci siamo toccati, ma eravamo vicini. Dopo ho fatto tutto il possibile per stare davanti, ma lui mi ha letteralmente scavalcato. Complimenti a lui che ha fatto una grande gara: sarebbe stato meglio vincere, ma va bene lo stesso, essere davanti in campionato con 6 punti è una buona cosa”.