Adriano Stabile

Rifiutare il passare degli anni sta diventando un peccato mortale per Mickey Rourke. Irriconoscibile a forza di chirurgia estetica, l’attore statunitense ha in mente, a 64 anni, un improbabile ritorno sul ring come pugile. Appassionato praticante della noble art sin da ragazzo, Rourke si sta allenando a Las Vegas in vista di un incontro da disputare in Russia tra febbraio e aprile del prossimo anno. «Stiamo lavorando per organizzare un incontro negli Urali – ha rivelato un paio di giorni fa il suo agente sportivo Vadim KornilovMickey si sta allenando tutti i giorni. Non vede l’ora di combattere e continua chiedermi quando potrà farlo in Russia».

Mickey Rourke pugile, due anni fa un match finto

Considerata l’età dell’attore-pugile e i suoi recenti precedenti sportivi, c’è il rischio di un match farsa come l’ultimo, due anni fa. Il 28 novembre 2014 il protagonista di “Nove settimane e mezzo” e “The wrestler” incrociò i guantoni nella categoria superwelter con il 29enne professionista americano Elliot Seymour a Mosca. L’avversario di Rourke, sconfitto per ko tecnico al secondo round, ha poi ammesso di essere stato pagato 15 mila dollari per perdere l’incontro. D’altronde Seymour era un pugile in gravi difficoltà economiche, senza fissa dimora e con un record professionistico di 9 sconfitte in 10 match. Una fonte anonima rivelò al “Daily Mail” come fosse necessario un accordo del genere, perché altrimenti Seymour avrebbe comunque battuto facilmente l’allora 62enne Rourke, «che ormai tira i pugni con la forza di un bambino».

DA RAGAZZO È STATO UN PUGILE COMPETITIVO
Più credibile la carriera pugilistica di Rourke da ragazzo, con un record di 27 vittorie e 3 sconfitte tra i 12 e i 20 anni. A 17 fece da sparring partner a Luis Rodriguez, che stava preparando il match con Nino Benvenuti per il titolo mondiale dei pesi medi (disputato il 22 novembre 1969 a Roma). Successivamente, nel 1971, i medici gli consigliarono di smettere con la boxe dopo essere rimasto vittima di una commozione cerebrale ai Florida Golden Gloves. Diventato un attore affermato, Rourke si è tolto lo sfizio di disputare 8 incontri da pugile professionista nei massimi leggeri tra il 1991 e il 1994, a cavallo dei suoi 40 anni. Il suo record è fatto di 6 vittorie (4 per ko), perlopiù contro avversari di secondo livello se non figuranti, e due pareggi (con il modestissimo Francisco Harris il 25 aprile 1992 e con il più dignitoso Sean Gibbons l’8 settembre 1994, in occasione dell’ultimo match nella breve carriera pro’ dell’attore).

Mickey Rourke pugile

Ellen Barkin e Mickey Rourke nel film “Johnny il bello” del 1989

L’AMORE DI MICKEY ROURKE PER LA RUSSIA
L’incontro di Rourke del prossimo anno dovrebbe essere inserito in un evento che avrà come attrazione principale un match del 32enne russo Egor Mekhontsev, oro olimpico a Londra 2012. L’attore americano, che dal 2009 è fidanzato con la modella russa Anastassija Makarenko, ha da tempo un debole per il Paese di Vladimir Putin. Non è peraltro escluso che il suo ritorno sul ring possa svolgersi a Mosca, come nel 2014.

Rourke Makarenko

Mickey Rourke con la fidanzata Anastassija Makarenko, modella russa