Elisa Ferro Luzzi

Ci siamo: nella notte tra domenica e lunedì potremo nuovamente assistere alla finale del Super Bowl, un vero e proprio evento per gli americani che sta diventando un appuntamento fisso e seguitissimo anche nel nostro Paese: a partire dalle 00.45 del 6 febbraio saranno diversi gli italiani collegati su Italia Uno per assistere a quello che negli States è ormai considerato al pari di una festa nazionale. E, come gran parte delle tradizioni d’oltreoceano, da qualche anno piace molto anche a noi. Ma che cos’è esattamente?

Super Bowl, tutto quello che c’è da sapere

Il Super Bowl è la finalissima del campionato della National Football League (NFL), la più importante Lega di football americano al mondo. E’ l’evento sportivo più seguito negli Stati Uniti ed insieme il programma televisivo più seguito dell’anno. In questa 51esima edizione (LI, in numeri romani) si affronteranno al Reliant Stadium di Houston i campioni dell’American Football Conference (AFC), i New England Patriots, e gli Atlanta Falcons, detentori del titolo della National Football Conference (NFC). Sarà quindi una finale che verrà disputata tra una delle squadre più vincenti nella storia del football americano e un’altra che invece non è ricordata per i suoi successi. I New England Patriots hanno vinto il titolo NFL per quattro volte nella loro storia: nel 2002, nel 2004, nel 2005 e nel 2015. In caso di successo raggiungerebbero i cinque titoli conquistati dai Dallas Cowboys e dai San Francisco 49ers, e ne avrebbero solo uno in meno dei Pittsburgh Steelers, che detengono il primato dei Super Bowl vinti. I Falcons invece non ne hanno mai vinto uno; l’ultima volta che hanno disputato una finale sono stati sconfitti dai Denver Broncos 34 a 19.

super bowl 2017 falcons patriots

Chi vincerà il Super Bowl 2017?

UNO SHOW A TUTTI GLI EFFETTI
Ma non è solo la partita in sé a tenere inchiodati milioni di telespettatori. La finalissima del campionato di football americano è un rito collettivo, una vera festa nazionale, uno show a tutti gli effetti. Con oltre 110 milioni di telespettatori è in assoluto lo spettacolo televisivo più visto d’America e uno degli eventi sportivi più visti al mondo. Batte sia i Mondiali di calcio che il Gran Premio di Formula Uno, tanto per fare qualche esempio. Le aziende sborsano circa 5 milioni di dollari (cioè quasi 3 milioni di euro) per comprare 30 secondi di spazio durante la partita in cui mandare in onda spot televisivi realizzati appositamente per l’evento. Ogni anno circa 80mila tifosi si radunano sugli spalti: il Super Bowl si disputa sempre in campo neutro, il biglietto più caro costa più di 3mila dollari senza contare il costo del viaggio e quello dell’hotel. Ma il pubblico dello stadio è solo un piccolo frammento del grande popolo del Super Bowl.

L’HALFTIME, LO SHOW NELLO SHOW: LADY GAGA PRONTA A STUPIRE
Il “Super Bowl Sunday” o semplicemente “Super Sunday” è ormai considerato festa nazionale quasi al pari del Quattro Luglio. Prima si assisteva alla partita e basta, poi sono state elaborate tecniche di regia hollywoodiane grazie alle quali tutto si è trasformato in uno show cui assiste anche da chi in genere dello sport non si interessa. Ci si raduna in casa degli amici, si beve, si mangia e – oltre alla partita di football – si può godere dello show nello show, ovvero il famigerato halftime, l’intervallo di metà partita in cui vanno in scena spettacoli pop di alto livello e si esibiscono artisti di fama internazionale. Sul palco del Super Bowl si sono avvicendati Sting e Bruce Springsteen, Michael Jackson e Paul McCartney, Prince i Rolling Stones. Lo show più visto è stato quello di Madonna nel 2012. Quello che ha suscitato più scalpore, però, rimane quello di Janet Jackson nel 2004, proprio al Reliant Stadium, a causa della “fuoriuscita”di un seno durante l’esibizione con Justin Timberlake. La scorsa stagione grande spettacolo offerto dai Colplay, Beyoncé e Bruno Mars. Domenica è attesissimo lo show di Lady Gaga, che si esibisce per il secondo anno di fila sul palco del Super Bowl: nel 2016 ha cantato l’inno nazionale, quest’anno affidato a Luke Bryan. C’è però un alone di mistero intorno alla performance pensata dalla cantante: ciò che si sa, per il momento, è che Lady Gaga potrebbe cantare dal tetto dello stadio con alcuni ospiti. Nelle ultime ore sono stati fatti i nomi di Beyonce ed Elton John.