Redazione

La meravigliosa storia di Massimo Moratti con la sua Inter è durata 21 anni. Ventuno stagioni in cui Moratti ha collezionato amare delusioni, il 5 maggio 2002 su tutte, ma anche incredibili vittorie come il Triplete del 2010. In mezzo, tantissimi giocatori, campagne acquisti faraoniche, ma anche tanti bidoni. Tra gli arrivi, ecco l’indimenticabile serie di campionissimi:

1) Javier Zanetti

E’ stato il primo acquisto di Moratti. Ha ricoperto quasi tutti i ruoli, da terzino a centrocampista, da mediano ad ala. Oggi è vicepresidente. Una bandiera e una leggenda. E’ stato capitano dal 1999 fino al giorno del suo ritiro, avvenuto il 18 maggio 2014. E’ lo straniero con più presenze in Serie A, 615 e quello con più presenze nella storia dell’Inter, ben 858. Con la maglia nerazzurra ha vinto sedici trofei: cinque scudetti, quattro Coppe Italia, quattro Supercoppe italiane, una Coppa UEFA, una Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA.

2) Roberto Carlos
Passa all’Inter nell’estate del 1995 per 7 milioni di dollari (10 miliardi di lire). Nella sua prima stagione totalizza 34 presenze (30 in campionato, 2 in Coppa Italia e 2 in Coppa UEFA) e segna 7 gol  (5 in Serie A, 1 in Coppa Italia, 1 in Coppa UEFA). A fine stagione Hodgson lo taglia in favore di Pistone e finisce al Real Madrid per circa 600 milioni di pesetas (7 miliardi di lire).

3) Ronaldo
Arriva nell’estate 1997 dal Barcellona grazie al pagamento  dell’intera clausola rescissoria di 48 miliardi di lire. Segna la prima rete in nerazzurro alla seconda giornata di campionato contro il Bologna. Nella stagione 1997-1998 l’Inter arriva seconda in campionato, ma vince la Coppa UEFA. Ronaldo in quella stagione vince il suo primo Pallone d’oro e segna 25 gol in 32 partite in campionato. Poi due gravi infortuni e tempi di recupero molto lunghi. Nella stagione 2001-2002 torna in campo nella parte finale del campionato ma perde lo scudetto il 5 maggio 2002 allo Stadio Olimpico di Roma, nella sua ultima apparizione in nerazzurro.

4) Roberto Baggio
Arriva nell’estate del 1997, di certo non il momento migliore nerazzurro. Il primo anno trova poco spazio con Simoni ma realizza una doppietta in Champions League il 25 novembre 1998 contro il Real Madrid campione in carica portando i nerazzurri ai quarti di finale. La stagione successiva, nonostante la frattura con Lippi, si congeda dall’Inter siglando una doppietta in uno spareggio contro il Parma  regalando ai nerazzurri i preliminari di Champions League.

5) Christian Vieri
Moratti lo acquista nell’estate 1999 per 90 miliardi di lire. Nella prima stagione segna 5 reti in 5 gare di Coppa Italia, contribuendo al raggiungimento della finale (ko contro la Lazio), mentre in campionato realizza 13 gol. Complessivamente con la maglia nerazzurra gioca 144 partite e segna la bellezza di 103 reti. Il bottino delle vittorie è magro: in nerazzurro conquista solo la coppa Italia del 2005, nella sua ultima stagione a Milano. Per cinque anni consecutivi è il miglior marcatore stagionale dell’Inter.

6) Luis Figo
Arriva all’Inter nell’estate 2005 dal Real Madrid, con cui vince tutto. In totale, con la maglia dell’Inter colleziona 140 partite con 11 gol. Il 16 maggio 2009, giorno della vittoria matematica dello scudetto, Figo annuncia il ritiro. Gioca l’ultima gara ufficiale domenica 31 maggio 2009 in Inter-Atalanta, con la fascia di capitano.

7) Zlatan Ibrahimovic
Lascia la Juventus nel 2006 in seguito allo scandalo calciopoli e arriva all’Inter per 24,8 milioni di euro. Dopo aver vinto la Supercoppa italiana è protagonista della stagione 2006-2007, finita con la vittoria dello scudetto. Colleziona 27 presenze, 15 gol e 8 assist. La stagione successiva bissa il successo in campionato segnando il gol decisivo nel secondo tempo dell’ultima partita contro il Parma. Vince lo scudetto anche nel 2009 laureandosi capocannoniere del torneo con 25 reti in 35 partite.

8) Samuel Eto’o
Il 27 luglio 2009 si trasferisce all’Inter nell’ambito della trattativa che porta Ibra al Barcellona. E’ uno dei principali protagonisti del Triplete di Mourinho. Il 5 maggio 2010 vince la Coppa Italia, il 16 maggio lo scudetto e il 22 maggio la Champions League. Il 21 agosto conquista il quarto titolo del 2010, realizzando una doppietta nella finale di Supercoppa italiana contro la Roma. Nella stagione 2010-2011 segna undici reti in nove partite ufficiali. Il 18 dicembre, nella finale contro i congolesi del TP Mazembe, conquista la sua prima Coppa del Mondo per club e riceve il premio come miglior giocatore del torneo. Il 29 maggio, nella finale di Coppa Italia contro il Palermo, segna una doppietta nella vittoria per 3-1. Ad agosto lascia i nerazzurri.