Elisa Ferro Luzzi

Notte da sogno per Aritz Aduriz durante Athletic Bilbao-Genk, valida per la fase a gironi di Europa League e andata in scena giovedì al San Mamés. Il bomber del club basco, 35 anni (35), è andato a segno per ben cinque volte nel match vinto 5-3: tre gol sono arrivati su rigore, due su azione. Nessuno era riuscito a segnare così tante volte in una partita di Europa League: Edison Cavani e Radamel Falcao sono fermi a quattro reti. Aduriz, con l’impresa di giovedì, fa anche un balzo anche nella classifica all time della competizione andando a raggiungere Fernando Llorente al quinto posto.

Aduriz, l’uomo dei mille record

L’attaccante dell’Athletic Bilbao è il primo ad aver messo a segno tre calci di rigore nella stessa partita. Sicuramente il dato incide, ma non ridimensiona l’impresa di Aduriz che è inoltre diventato il miglior marcatore nella storia dell’Athletic per quanto riguarda le competizioni Uefa (è a quota 21 centri). E’ anche, se proprio vogliamo dirla tutta, il secondo spagnolo di sempre a mettere a segno una cinquina in Europa. Il primo è stato José Antonio Zaldua che realizzò cinque reti in Coppa delle Fiere nella stagione 1965/66 con la maglia del Barcellona. Un altro record firmato Aduriz, stavolta non a livello europeo, lo andiamo a trovare andando indietro con la memoria al 14 agosto 2015, quando l’attaccante basco ne fece tre al Barcellona durante la partita d’andata della Supecoppa di Spagna vinta 4-0. Questa tripletta gli ha permesso di diventare il primo calciatore da dieci anni questa parte a segnare tre gol contro Messi e compagni.

Jose' Antonio Zaldua, il primo spagnolo di sempre a siglare cinque gol in Europa

Jose’ Antonio Zaldua, il primo spagnolo di sempre a siglare cinque gol in Europa

Trentacinque anni e non sentirli: quando quasi tutti gli altri calciatori hanno appeso gli scarpini al chiodo, Aduriz è nel pieno della sua forma. Il segreto? Cura maniacale del proprio corpo, vita regolare e tranquilla dentro e fuori dal campo e poi, chiaramente, tanto allenamento e il desiderio di migliorarsi ed essere sempre un esempio per i giovani. Avrebbe potuto avere una carriera diversa, Aduriz, sarebbe potuto passare ad una squadra più blasonata. Ma ha scelto di restare nella terra che gli ha dato i natali, quella terra basca con cui i suoi abitanti hanno un legame indissolubile ed un senso di appartenenza fuori dal comune. Per un periodo ha giocato altrove (dal 2008 al 2010 nel Maiorca e dal 2010 al 2012 nel Valencia) ma non è mai stato soddisfatto come lo è quando indossa la maglia biancorossa ed ha deciso di tornare a Bilbao per sempre.

DI RAVANELLI L’ULTIMA CINQUINA DELLA COMPETIZIONE
Nel precedente formato della competizione, cioè la Coppa Uefa, l’impresa europea riuscì al nostro Fabrizio Ravanelli che il 27 settembre del 1994 segnò 5 reti al Delle Alpi nella partita disputata dalla Juventus contro il CSKA Sofia. Addirittura 6 ne realizzò Eldar Hadzimehmedovic del Lyn Oslo nel 2003 contro il Runavic, ma in quel caso si trattò di un turno preliminare. La Champions League vanta un numero maggiore di giocatori che hanno fatto cinquina: sono ben 13, tra cui José Altafini, Gerd Muller e, guardando alla storia recente, Lionel Messi e Luiz Adriano.