Elisa Ferro Luzzi

Sarà una finale di Europa League dal sapore amaro quella che andrà in scena stasera a Stoccolma visto l’attentato che ha sconvolto Manchester negli ultimi giorni. Mourinho ha annullato la conferenza stampa della vigilia ma ha lasciato un messaggio su Twitter: “Siamo tutti molto tristi per i tragici eventi della scorsa notte. Non possiamo smettere di pensare e di sentirci vicini alle vittime e ai loro familiari – si legge sul noto social – . Adesso abbiamo un lavoro da fare e voleremo in Svezia per fare quel lavoro. È un peccato non poterci andare con la felicità che proviamo sempre prima di un grande match. Sono sicuro che la gente di Manchester lotterà unita come una sola persona”. Anche l’Ajax ha mandato un messaggio tramite i social: “Da Amsterdam a Manchester con amore. I nostri pensieri sono con le vittime e i loro cari”.

Non sarà purtroppo la finale che ci si aspettava e lo stato d’allerta è massimo. Proviamo comunque a riassumere quello che non potete non sapere su questa affascinante sfida

Ajax-Manchester United in pillole

Le due squadre si sono affrontate per la prima volta al primo turno di Coppa Uefa 1976/77. All’andata, l’Ajax si è imposto 1-0 con gol di Ruud Krol, ma al ritorno ha subito le reti di Lou Macari e Sammy McIlroy ed è stato eliminato. La sfida più recente risale invece ai sedicesimi di Europa League 2011/12. All’andata, il Manchester United ha vinto 2-0 ad Amsterdam con gol di Ashley Young e Javier Hernández. Il ‘Chicharito’ è andato in rete anche al ritorno, ma Aras Ozbiliz ha pareggiato e Toby Alderweireld ha portato gli ospiti sul 2-1. A passare il turno è stato comunque lo United.

QUELLA VOLTA CON LA JUVE
C’è un particolare molto curioso che riguarda un’italiana: l’Ajax torna a disputare una finale europea e questo non succedeva dalla sconfitta ai calci di rigore contro la Juventus nella Champions League 1995/96.

QUELLA VOLTA CON IL MILAN
Un altro incrocio importante contro una squadra italiana che riguarda sempre l’Ajax. Questa finale di Europa League, infatti, si gioca esattamente 22 anni dopo l’ultima Champions League alzata dal club olandese, nel 1995 contro il Milan. Un gol di Patrick Kluivert condannò la squadra di Fabio Capello al secondo posto.

MANCHESTER UNITED PIGLIATUTTO
Il Manchester United ha raggiunto la finale di Europa League/Coppa Uefa per la prima volta nella sua storia. Ha comunque disputato 12 finali a livello europeo perdendo le ultime tre: 1-2 contro lo Zenit in Supercoppa 2008, 0-2 contro il Barcellona in Champions League 2009 e 1-3 contro il Barcellona in Champions League 2011. La vittoria più recente è stata quella in Champions League 2008 ai rigori contro il Chelsea. Con un successo a Stoccolma, lo United potrebbe diventare la quinta squadra a vincere tutte le tipologie di coppe europee dopo Ajax, Bayern, Chelsea e Juve.

I FIGLI DI KLUIVERT E BLIND
Justin Kluivert dell’Ajax è il figlio di Patrick, autore – come dicevamo – del gol della vittoria dei lancieri in finale di Champions nel 1995. L’ex milanista ha affrontato lo United tre volte con il Newcastle nella sua unica stagione in Premier League (2004/05) e ha sempre perso: 2-1 fuori casa e 3-1 in casa in campionato e 4-1 in campo neutro in semifinale di FA Cup. Daley Blind dello United invece affronterà la sua ex squadra e l’ex squadra di suo padre, Danny Blind, ex difensore del club e ct dell’Olanda dal 2015 a marzo del 2017. Il giocatore è cresciuto nel vivaio dell’Ajax e ha vinto quattro campionati dal 2008 al 2014.