Marco Piccari

E’ tornato ? E’ proprio lui? Quando vedi giocare Mario Balotelli queste domande ti assalgono e ti assillano. Le risposte le lasciamo ai posteri, in questo momento è meglio ammirare un Balotelli incontenibile. Dopo il gol e l’assist in Coppa di Lega a distanza di un mese e mezzo l’ex Milan torna a segnare e con una doppietta, la terza in Ligue 1, firma il 13 esimo successo del Nizza. Contro il Dijon Balotelli dopo più di un mese è tornato titolare in campionato e la sua presenza si è nota sin dai primi minuti. Aggressione ai portatori di palla e movimento senza il pallone per farsi trovare sempre pronto. Un atteggiamento che gli ha consentito di rendersi pericoloso dopo appena 6 minuti. Alla prima azione ha esibito potenza e tecnica e la difesa del piccolo Dijon ha ballato e solo l’imprecisione dell’attaccante del Nizza ha salvato la porta degli ospiti.

Balotelli, concentrazione e maturità

In campo Balotelli lotta e prende colpi ma il ragazzo non fa una piega, anzi si rialza e riparte. Questo Mario piace anche per questo, mai un atteggiamento esagerato e mai una reazione scomposta. Ma è veramente cambiato? La partita continua e le domande ritorno sempre. Il Nizza domina e nel tridente di Favre c’è un altro attaccante  terribile il suo nome è Plea. L’ex Lione è scatenato è quando parte sconquassa la difesa del Dijon, chiedere a Abdehlamid che per fermarlo commette un fallo da rigore. Sul dischetto va Mario. Il suo volto è tirato, i suoi occhi sono fissi verso la porta,  breve rincorsa tiro di destro e la palla va dritta in porta. Esultanza composta e poi via subito a correre. Il Dijon pareggia dopo 5’ ma Mario non si scompone e all’inizio del secondo tempo, mentre i compagni si caricano a vicenda, lui in solitudine cercava la concentrazione. Accovacciato e con gli occhi chiusi sembrava pregare e allora la domanda ritorna: ma è veramente Balo? In attesa di trovare la risposta troviamo il secondo gol.  Sul tiro in diagonale di Souquet sbuca il piede di Mario, un graffio con lo scarpino che stende il Dijon. Nel finale gli ospiti provano a spaventare il Nizza, ma le aquile rosso-nere non cedono e Balotelli a 7’ dalla fine si concede anche un numero strappa applausi. Il fischio finale arriva e il Nizza centra la vittoria numero 8 in casa e vola a + 7 dal PSG e a + 4 dal Monaco diventando campione d’inverno con una giornata d’anticipo. Bello questo Nizza. Ma Balotelli è tornato? La domanda ritorna anche al fischio finale, ma la risposta latita comunque. In compenso ci sono gli 8 gol in 8 partite di Ligue 1 e i 10 in 13 partite stagionali. Aspettando di trovare la risposta alle domande rimane la sensazione che Balotelli sia tornato ad essere super. Ai posteri l’ardua sentenza.