Mattia Deidda

Nonostante la partita rinviata contro l’Udinese, la Lazio guarda la classifica e continua a sorridere. I pareggi di Inter e Napoli aprono scenari difficili da immaginare ad inizio campionato. La squadra di Inzaghi è una delle migliori della Serie A. Come sempre, quando si staziona nelle zone alte della classifica, gran parte del merito va alla difesa. I biancocelesti sono una squadra solida, in grado di soffrire con intelligenza, senza mai perdere la testa.

Il goleador che non ti aspetti

L’uomo del momento è Bastos, la sorpresa più bella di questo inizio stagione. Più si gioca vicino la propria porta, più è difficile attirare l’attenzione. Quando si segna, invece si è sempre destinati a finire in prima pagina. E Bastos sale adesso alla ribalta grazie alle tre reti segnate in questo campionato. Un dato incredibile, quasi stupefacente considerando che  è sceso in campo solamente per sette volte: nessun difensore in Serie A ha fatto meglio dell’angolano. Neanche il più ottimista poteva prevedere un impatto con la stagione di questa levatura. L’anno scorso, d’altronde, Bastos era riuscito a collezionare appena undici presenze.

L’anno della maturità

Classe 1991. Con ventisei anni sulle spalle, non è più tempo di esperimenti, ma è arrivato il momento di essere una garanzia. Bastos ha recepito il messaggio e lo ha messo in pratica. Non solo tre gol in sette partite (contro Genoa, Cagliari e Benevento), ma sopratutto prestazioni convincenti. Al di là dell’essere un’arma in più nelle palle inattive, sempre più importanti in questo calcio, non bisogna dimenticare che il primo compito di un difensore è, chiaramente, difendere. E l’angolano lo sta svolgendo alla perfezione. Forza fisica e personalità: nessuna palla buttata, neanche sotto pressione. Nella passata stagione, complice un infortunio alla quinta giornata, è uscito dai radar biancocelesti nonostante un inizio da titolare. Quest’anno la storia si è invertita. In panchina all’inizio, ha sfruttato l’infortunio di Wallace, ritagliandosi un posto da titolare indiscusso. Inzaghi si gode il suo difensore goleador, sperando di non dover essere obbligato di farne a meno. Propenso agli infortuni, Bastos ha già saltato due gare di questo campionato per un fastidio alla coscia. Il tecnico spera sia il primo e l’unico intoppo.