Luigi Pellicone

Una Lazio da…Formula 1. La partenza è fondamentale per gestire al meglio la gara. Specialmente se giocano sempre gli stessi.Un indizio è un indizio, due sono una coincidenza, ma tre fanno una prova. La Lazio scatta dai blocchi con un’aggressività fuori dal comune. Chiude le gare, gestisce il passo gara, accelera e frena quando serve. E, soprattutto, vince.

Partenza sprint e gestione

La Lazio di Inzaghi ha una grande peculiarità: attacca l’avversario e lo tramortisce nei primi minuti. É vero che il Benevento non è un elemento particolarmente probante, ma è altrettanto innegabile che i biancocelesti aggrediscono il match con un ritmo insostenibile. Come accaduto con il Cagliari, come successo a Bologna. Non può essere un caso se la Lazio contro avversari tecnicamente inferiori parte ingranando immediatamente le marce alte. Il modus agendi è lampante: inizio da globetrotter e partita in ghiaccio. Poi giocare con avversari e cronometro per gestire le energie. A Benevento, andata al riposo in cospicuo vantaggio, la Lazio ha giocato al “gatto con il topo”. Ha abbassato i ritmi, un piccolo eccesso di confidenza punito dallo stesso Inzaghi.

Ordini di scuderia: e la Lazio esegue

Una vettura da Formula 1 può essere in grado di regalare grandi prestazioni, ma senza ordini precisi dal muretto, è facile sbagliare la gestione delle gare. In questa ottica l’apporto del tecnico è fondamentale. Subìto il gol, lancia un messaggio chiarissimo alla squadra. Dentro Lukaku e Nani. Fisico e velocità per ritrovare il passo gare e ristabilire subito le distanze. E anche gli ordini di scuderia, evidentemente, hanno il loro peso. La squadra esegue immediatamente. Cambia passo e trova il quarto ed il quinto gol. Comanda Inzaghi, eccome. Aspetto e modi signorili, ma carisma da vendere. A quintalate. Lulic è sostituito nuovamente: al momento del cambio con Nani (decisivo, per l’economia del match, fra l’altro) il capitano biancoceleste non fa una piega. Anzi. Esce con l’atteggiamento di chi ha capito l’errore. E non lo commetterà più.