Redazione

Dopo due settimane di attesa torna il campionato di Serie A con la grande sfida di domenica sera tra Napoli e Juventus. Archiviata anche l’amichevole azzurra con la nazionale olandese (in crisi nera) ecco una bella carrellata di tutto quello che è successo nel mondo del calcio. Le notizie curiose, tutte da leggere.

Cr7: “Fate il lifting alla mia statua per favore”

Un litfing per la propria statua. A chiederlo Cristiano Ronaldo in merito a quella situata all’aeroporto di Madeira ora dedicato al Pallone d’Oro che ora lo raffigura. A confessarlo, in un’intervista a Radio Barcelona, è Emanuel Santos, l’artista ideatore della scultura che riproduce il mezzobusto di CR7 all’interno dello scalo rinominato appunto “Aeroporto Cristiano Ronaldo”. “È stato sbagliato il passaggio al bronzo – ha spiegato Santos nell’intervista -. Sono un po’ sbagliati i tratti del viso”. Ha aggiunto poi l’artista: “Ho impiegato circa 15 giorni per fare la scultura in creta. Poi sono andato al gesso e quindi al bronzo. Uno specialista ha fuso il bronzo, ma non è venuto bene. Cristiano ha chiesto di eliminare le rughe dell’occhio destro per sembrare più giovane”.

VIA LE BARRIERE: ORA TOCCA AI TIFOSI ESSERE RESPONSABILI.
Marco Minniti, ministro dell’Interno, ha così commentato la notizia sulla rimozione delle barriere dai settori popolari dello stadio Olimpico a 19 mesi dalla decisione presa dall’allora Prefetto di Roma Gabrielli, oggi Capo della Polizia. “L’Olimpico martedì per il derby sarà uno spot per il calcio. Una prova di maturità per i tifosi. Va tutelata la libertà ma sempre nella legalità. Giuste mettere le barriere, ma serviva un segnale. Le curve vuote danno un senso di incompiutezza. Lo stadio di Roma pieno riscalda il cuore. Mi aspetto tifoserie responsabili”.

CUORE INTERISTA PER MACERATA
“Siamo una società che ha nel dna la responsabilità sociale. Per noi è un dovere, ringraziamo anche la sensibilità del Suning. Ancora una volta, grazie al calcio, se ci uniamo possiamo fare cose positive. Speriamo di poter fare tanto per queste persone e questi bambini”. Sono le parole del vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, che ad Appiano Gentile ha presentato il progetto “Un gol per ripartire” a sostegno delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto e reso possibile anche grazie alla donazione di 200 mila euro di Suning. L’obiettivo dell’iniziativa di Inter, Suning e Centro sportivo italiano (Csi) è contribuire alla rinascita di Tolentino (Macerata) con la realizzazione di una struttura sportiva polivalente.

notizie curiose

CLERICUS CUP ALLA FASE FINALE
Alla Clericus Cup  conclusa la stagione regolare con le ultime sfide che hanno deciso le ultime due pretendenti al titolo tra le migliori otto squadre. Nel derby dell’Opus Dei, fra i seminaristi del Sedes Sapientiae e i sacerdoti del Collegio Altomonte, passano i più giovani per 2-1. L’altra squadra a esultare è il Pontificio Collegio Ucraino (chiesa cattolica di rito bizantino) che in un finale rocambolesco elimina 3-2 il San Paolo. Il mondiale della Chiesa promosso dal Centro Sportivo Italiano (Csi) ora effettuerà la rituale sosta pasquale per tornare in campo a maggio. Gli ucraini, al primo anno di Clericus Cup, ed il Sedes Sapientiae si aggiungono così alle altre sei già qualificate: i campioni in carica del Mater Ecclesiae, i vicecampioni del Collegio Urbano, i più titolati (tre scudetti) del Redemptoris Mater ed ancora Gregoriana, Collegio Pio Brasiliano e Pio Latinamericano.

UN ALTRO MAGNATE CINESE IN ARRIVO IN LOMBARDIA?
“Dopo l’Inter e in attesa del Milan, la Pro Sesto gioca d’anticipo e chiude la cessione di una parte della sua proprietà ad un fondo con sede a Hong Kong, capeggiato dal giovane Jian Tse-Tung, rampollo di una famiglia molto facoltosa, proprietaria di centinaia di sale cinematografiche sparse in tutta la Cina”. Era scritto così nel magazine Sestoweek, che si occupa di tutto quello che accade nella zona di Sesto San Giovanni, vicino Milano, proprio nel giorno dei pesci d’Aprile. Nell’articolo si leggeva che “Tse-Tung, durante una cena a base (ovviamente) di pesce, ha incontrato il suo amico di vecchia data, l’ex calciatore del Milan Demetrio Albertini. L’imprenditore cinese avrebbe manifestato l’interesse per l’acquisto di un club calcistico italiano e Albertini ha colto la palla al volo, presentandogli il fratello Gabriele, presidente della Pro Sesto”. La data del closing sarebbe prevista a fine maggio, concludeva il pesce d’aprile: “si sta già lavorando per far disputare le partite casalinghe della Pro Sesto all’ora di pranzo, in modo da poter essere visibili in tv anche in Cina”. Non male come pesce d’Aprile.