Elisa Ferro Luzzi

Porto-Juve potrebbe essere una delle ultime partite in cui vedremo due icone del calcio mondiale come Gigi Buffon e Iker Casillas sfidarsi da una porta all’altra. I due estremi difensori, che stasera si incontrano per la 17esima volta in carriera, sono il simbolo di un calcio che piano piano sta sparendo, che forse non c’è più e che calerà definitivamente il sipario proprio quando decideranno di appendere i guantoni al chiodo.

Buffon e Casillas, tutti i numeri

Si stimano, sono amici e in più occasioni non hanno nascosto di provare una profonda stima reciproca. Trentacinque anni Casillas, trentanove Buffon, un totale di 167 in Nazionale (Italia e Spagna), un Mondiale vinto per parte. A Buffon manca l’Europeo (ne ha vinto uno ma con l’Under 21), che invece Casillas ha vinto due volte con le Furie Rosse. Oltre alla Champions League che Iker ha potuto alzare al cielo quando indossava la maglia del Real Madrid. In  base ai trofei nazionali l’italiano è in vantaggio (7 scudetti, 3 coppe Italia, 6 supercoppe italiane contro, rispettivamente, 5-5-4), ma lo spagnolo ha in bacheca tre Champions League e tre Intercontinentali cui Buffon può opporre solo una Coppa Uefa. Il primo confronto tra i due risale alla semifinale di Champions del 2003, l’ultimo a quella del 2015. Lo scorso giugno poi, Iker ha osservato dalla panchina la sua Spagna perdere contro la Nazionale di Conte, Gigi è stato tra i migliori in campo.

AMICIZIA, STIMA E… PANTALONCINI
Il portiere, simbolo per anni del Real Madrid e ora al Porto, non ha mai nascosto la propria ammirazione per il capitano della Juventus. In più occasioni ha confessato di aver preso sempre Gigi ad esempio, anche quando anche lui si è imposto ai vertici del calcio internazionale. Gli esperti più volte li hanno paragonati, ma l’ex Real ha sempre respinto ogni tipo di lusinga, sottolineando la superiorità di Buffon e ribadendo la sua venerazione per lui. Tanto che tempo fa ha candidamente dichiarato: “Gigi? Dormo ancora con i suoi pantaloncini”. Casillas se li era procurati 13 anni fa, dopo un’amichevole giocata a Genova, ennesima sfida di una rivalità infinita.

buffon casillas italia spagna

Buffon e Casillas con le maglie di Italia e Spagna

In una recente intervista, l’estremo difensore spagnolo ha inoltre dichiarato: “Ho la fortuna di avere quattro anni in meno di lui. Avevo 14 anni quando ho iniziato e lui ne aveva già 18: lo osservavo e ne apprezzavo stile e personalità. Crescendo ho continuato ad osservarlo e poi siamo cresciuti insieme. Abbiamo avuto carriere molto simili. Abbiamo entrambi vinto molto spesso e giocato contro. Penso che non ci sarà più nel calcio italiano un altro portiere come lui”. Non è mai stato da meno neanche Buffon che, nel pre Italia-Spagna di Euro 2016, ha così parlato del portiere avversario: “Non è usuale incontrarci così tante volte in un arco temporale così vasto. Siamo stati fortunati e furbi a sceglierci questo ruolo, ma credo che abbiamo fatto molto per giocarci partite importanti. La stima è per quello che abbiamo fatto, c’è per me in Italia così come c’è per Iker nel suo paese”.