Redazione

Per uno strano scherzo del destino, mentre in Inghilterra si votava per la permanenza o meno in Europa, il calcio britannico, o d’Oltremanica, rappresentato in questa fase finale da Inghilterra, Galles, Eire e North Ireland, contro ogni pronostico, riusciva a portare tutte e quattro le rappresentative nazionali agli ottavi di finale. Un successo inaspettato per la scuola calcio britannica, che in Europa ancora si lecca le ferite dopo gli scontri con tedesche e spagnole e che nella prossima stagione non porterà in Champions League le squadre di maggior blasone.

brady

 

Euro 2016: inversione di rotta

Una crisi che in questo Europeo sembra aver invertito la rotta. Tra le quattro, la migliore è stata senza dubbio il Galles, capace di vincere il suo girone lasciandosi alle spalle l’Inghilterra che tuttavia negli ottavi (da seconda) se la vedrà con la rivelazione Islanda. Gli uomini in rosso, guidati da un ispirato Bale, negli ottavi sono attesi dai non irresistibili cugini dell’Irlanda del Nord, accompagnati in ogni stadio dai colorati e simpatici tifosi. Alla caparbia Irlanda, capace di battere gli azzurri di Conte nell’ultima partita del girone E, domenica tocca la Francia padrona di casa. Una partita complicata anche se finora i galletti di Deschamps non hanno brillato. Quante nazionali d’Oltremanica vedremo agli ottavi? La certezza matematica dice una (derby Galles-North Ireland), la ragione dice due (Inghilterra contro Islanda), il folle sogno irish dice tre. Ci farebbe piacere soprattutto per la marea verde che in queste settimane ha invaso la Francia, e poi sarebbe bello per gli Azzurri prendersi la rivincita in semifinale.