Redazione

L’Olanda, e chi sennò, vuole rivoluzionare il calcio. Gli esami non finiscono mai. E neanche gli esperimenti. In Olanda si progettano nuove soluzioni per rendere più spettacolari le partite di calcio. Il match sperimentale in questione vedrà impegnate il Lisse e il Quick Boys, che testeranno tre nuove regole, meglio identificabili come modifiche, da proporre all’IFAB, deputato stabilire le regole del mondo del calcio. Ecco la rivoluzione in tre punti.

Auto-passaggio

La regola 13 del gioco del calcio recita testualmente che “sia per il calcio di punizione diretto che per quello indiretto, chi calcia il pallone non deve toccarlo di nuovo prima che sia stato toccato da un altro calciatore”. Bene. La nuova proposta riguarda l’introduzione dell’auto-passaggio, un po’ come succede nell’Hockey. Il pallone può essere toccato più volte dallo stesso giocatore. Ergo, il calciatore può decidere se passare il pallone o portarlo a spasso per il campo come se il gioco non i fosse mai fermato.

Rimessa laterale con i piedi

Non c’è bisogno di molte spiegazioni. Si parte da un presupposto. Se è calcio, perché la rimessa laterale è con le mani? Beh, la nuova proposta è di eseguire la ripresa del gioco direttamente con i piedi. In pratica si equipara il fallo laterale al fallo di fondo. Sarebbe una grande rivoluzione perché di fatto, ogni rimessa nella trequarti avversaria si trasformerebbe in un calcio d’angolo. Ovviamente anche dalle rimesse laterali si potrà optare per l’auto passaggio, quindi il calciatore potrà riavviare l’azione palla al piede. Il che significa una totale rivisitazione degli schemi d’attacco e delle marcature preventive.

Il rigore alternativo

La prima proposta è interessante, la seconda già sembra meno praticabile, ma la terza è senza dubbio la più affascinante. Il “calcio di rigore alternativo”. Ovvero? Molto semplice. L’arbitrò assegnerà la massima punizione anche se un fallo commesso fuori area possa interrompere una chiara occasione da gol. Una rivisitazione del fallo da ultimo uomo. Se un calciatore lanciato a rete subisce fallo, calcio di rigore. Resta da capire se chi ha commesso il fallo sarà anche espulso. Una domanda da rigirare, insieme a molte altre, qualora qualcuna di queste proposte sarà accettata dalla Technical Board della FIFA, guidata da Marco Van Basten.