Adriano Stabile

Dopo due mesi di trattative, acquisti e cessioni, si è concluso il calciomercato estivo. Noi de Il Posticipo abbiamo stilato la classifica dei dieci acquisti migliori dell’estate nella nostra Serie A. Domina la Juventus, con gli arrivi di Higuain e Pjanic, ma anche il Napoli se la passa bene, grazie agli acquisti di Milik e Maksimovic. Attenzione all’Inter che, dopo un’estate di sofferenza, può contare su due giovani di classe come Joao Mario e Gabigol.

CALCIOMERCATO, I TOP 10 DELLA SERIE A

  1. Gonzalo Higuain (Juventus): il capocannoniere dello scorso campionato, con il record storico di 36 reti in un solo torneo, è passato alla Juventus per la cifra super di 90 milioni di euro. I bianconeri, reduci da cinque scudetti di fila, hanno così rafforzato ulteriormente un’armata che punta anche alla Champions League. Rientrato un po’ fuori forma dalle vacanze estive, deve ancora debuttare da titolare in campionato, ma sembra già decisivo con i suoi movimenti offensivi e con il gol segnato alla Fiorentina.
  2. Miralem Pjanic (Juventus): come Higuain, è stato acquistato pagando la clausola rescissoria di 32 milioni alla Roma, pur raggiungendo un accordo con il club giallorosso per la rateizzazione del pagamento. Sarà il trequartista che mancava ad Allegri. Il bosniaco, fermato finora da qualche acciacco, ha l’occasione definitiva, a 26 anni, di far vedere tutto il suo reale talento. Ha tanta voglia di vincere qualcosa dopo cinque anni agrodolci alla Roma.
  3. Joao Mario (Inter): campione d’Europa con il Portogallo, è uno dei centrocampisti più interessanti del panorama internazionale. Ha 23 anni e può ricoprire ogni ruolo sulla linea mediana. Pagato dall’Inter 40 milioni, non potrà però essere inserito nella lista Uefa a causa del Fair Play Finanziario, che impedisce ai nerazzurri di utilizzare, nelle coppe, calciatori che pesino troppo sul bilancio.

    calciomercato acquisti

    Joao Mario (foto Inter.it)

  4. Arkadiusz Milik (Napoli): insieme a Gabbiadini dovrà far dimenticare Higuain. L’attaccante polacco, acquistato dall’Ajax per 32 milioni, fino a una settimana fa era dato come riserva di lusso da tutti i giornali in sede di presentazione della stagione. Adesso, dopo la doppietta al Milan, è finalmente considerato secondo il suo valore. A 22 anni di età, e dopo i 21 gol in Eredivisie della scorsa stagione, può soltanto migliorare.

    calciomercato acquisti

    Arkadiusz Milik del Napoli, 22 anni

  5. Nikola Maksimovic (Napoli): nonostante sia riuscito a tenere l’irrequieto Koulibaly, il presidente De Laurentiis si è già preparato per il futuro spendendo 26 milioni per l’acquisto del 24enne centrale serbo, arrivato dal Torino. Maksimovic è considerato tra i migliori difensori del nostro campionato e consentirà a Sarri di allungare le rotazioni anche in considerazione dell’impegno in Champions League.
  6. Gabriel Barbosa “Gabigol” (Inter): talento brasiliano, medaglia d’oro con la sua nazionale alle ultime olimpiadi, Gabigol è arrivato dal Santos per 29 milioni, firmando il contratto il 30 agosto, proprio nel giorno del suo ventesimo compleanno. Ha partecipato anche all’ultima Copa America con il Brasile di Dunga. Considerato l’erede di Neymar, nonostante la giovane età ha già segnato 24 reti in 82 presenze nel campionato brasiliano. Inizialmente partirà tra i rincalzi, ma all’Inter di De Boer un po’ di talento può davvero tornare utile.
  7. Ciro Immobile (Lazio): non sarà Klose, ma Immobile può essere un degno sostituto del bomber tedesco, che ha lasciato i biancocelesti dopo cinque campionati. A 26 anni l’attaccante napoletano, arrivato dal Torino per 8,5 milioni, ha ancora tanto da dare nonostante qualche passaggio a vuoto nelle ultime due stagioni. Nella Capitale ha esordito con un gol nella partita vinta 4-3 sull’Atalanta. La sua voglia di riscatto può essere un’arma in più.
  8. Thomas Vermaelen (Roma): per ora non sembra un acquisto azzeccato, alla luce dell’espulsione contro il Porto e di qualche altro svarione. L’esperto difensore belga, però, è stato scaraventato in una realtà nuova in pochi giorni con l’obbligo di fare subito bene senza aver tempo di ambientarsi. I giallorossi lo seguivano da anni, sin dai tempi dell’Arsenal. E’ arrivato a Roma tre settimane fa in prestito dal Barcellona, con diritto di riscatto fissato a 10 milioni. Trovati i meccanismi giusti, può diventare un ottimo partner di Manolas, in attesa del rientro di Rüdiger.
  9. Adem Ljajic (Torino): tipico talento slavo incostante, ha accettato la corte dei granata dopo un’iniziale diffidenza. Il Toro l’ha acquistato dalla Roma, via Inter, per 8,5 milioni. Sotto la Mole, a 25 anni, spera di trovare quegli stimoli e quella continuità che potrebbero far comodo al Torino. Ritrova il connazionale Mihajlovic che in passato, da ct della Serbia, l’aveva a lungo escluso dalla nazionale. I dissapori del passato però sembrano superati ormai da tempo. Peccato per un infortunio muscolare patito domenica contro il Bologna: rischia uno stop di un paio di mesi.
  10. Mauricio Isla (Cagliari): un calciatore esperto come il 31enne cileno, vincitore di due scudetti con la Juve (più un terzo solo per le statistiche), può far davvero comodo al Cagliari di Rastelli. Riportato in Italia dopo due anni in prestito tra Inghilterra e Francia, è stato pagato 4 milioni per l’acquisto a titolo definitivo. Isla sull’isola (di Sardegna), poi, è perfetto.