Luca Marchetti

Finora abbiamo quasi vissuto esclusivamente sulle spalle del Milan cinese e dei suoi colpi (che non finiscono mai!), sulle strategie bianconere, sulle cessioni di Roma e Inter vincolate dal FFP. Ma ora tocca a loro. Quelli che rendono il campionato italiano vivace e imprevedibile, quelli che ogni volta che ci giochi contro non sai come va a finire.

Per esempio: tutti a pensare che l’Atalanta ha smantellato. Ma a parte che ha venduto alla grandissima (e continuerà ad avere un grande futuro proprio grazie a questi incassi che saranno reinvestiti) che ne pensate se a posto di Kessié vi ritrovate Rincon, El General? Che proprio Gasperini ha aiutato a diventare grande? E se a sinistra li a correre come un pazzo vi ritrovate di nuovo Spinazzola? Eh si perché l’incontro con la Juve ha avuto una duplice funzione e la conferma del terzino U21 non deve essere sottovalutata…

Oppure la Samp. Segnatevi un nome, che fra 12 mesi magari ve lo ritrovate a bilancio a 30 milioni di euro in qualche grande squadra come è successo per Schick. Kownacki dal Lech Poznan. 4 milioni e mezzo più 2 di bonus. Poi un’idea folle per uno dei talenti più cristallini di tutto il Brasile: Luan (1993) valutato addirittura 30 milioni di euro. Prima offerta bassa, trattativa tutta da fare, già in nazionale. Simile a Keita come stile di gioco, in patria già paragonato a Ronaldinho. Sarà difficile. Ma se la Samp dovesse riuscirci?

E poi laggiù nelle zone basse, dove nessuno vorrebbe rimanere. Pesa di più il ritorno di Budimir a Crotone (dove rivorrebbero anche Trotta) oppure Paloschi alla Spal, visto che l’accordo con l’Atalanta c’è e ora bisogna convincere il giocatore ad accettare il progetto? E magari per accettarlo potrà essere convincente la voglia di portare un portiere di livello: se non torna Meret accordo già raggiunto con Gomis (ma non ancora con il Torino) oppure Marchetti, Sepe, Skorupski.

E il Torino allora? Che sta pensando a un ritorno di Cerci? Come lo vedreste? Gliela concedereste la nuova chanches dopo la porta sbattuta di qualche anno fa? O preferite l’avventura di Falletti e Avenatti pescati dalla B (Ternana) dal Bologna che spera possano definitivamente esplodere in serie A?

Saranno loro (alcuni) dei protagonisti di questa nuova stagione. Di sicuro di quest’estate dove si mischiano sogni e speranze, soldi e bilanci, idee e aspirazioni. Non si vive di sole grandi… l’affare è dietro l’angolo!