Redazione

L’urna di Nyon esaudisce i desideri bianconeri: la Juve voleva il Monaco e la mano fortunata dell’ex Ian Rush glielo regala. L’altra semifinale è il derby di Madrid. L’impegno sulla carta più agevole per la banda di Allegri, ennesima occasione di rivincita per l’Atletico di Simeone dopo le finali 2014 e 2016. La Juve vede la finale e in questo momento per i bookmakers è la favorita per la vittoria della Champions, ma occhio a questo Monaco: bello da morire, pericolosissimo davanti con i suoi enfant terribles e con meno pressioni, consapevole di aver già fatto il miracolo arrivando tra le prime 4. Sfida che oltre alle insidie potrebbe riservare ai bianconeri qualche spunto per il mercato estivo: Bernardo Silva è già attenzionato per dare ricambio sugli esterni, in estate Marotta prese informazioni per Lemar e a gennaio ha mandato ad osservare più di qualche volta Mbappè. Ora il prezzo del baby fenomeno francese è altissimo e difficilmente si investiranno 40-50 milioni per un vice Higuain, ma uno dei due esterni potrebbe diventare obiettivo concreto, specie in caso di prestazioni importanti nel doppio confronto. L’andata al Louis II, ritorno allo Stadium il 9 maggio. Due i precedenti in Champions fra le due squadre, l’ultima ai quarti di finale nella stagione 2014-2015: la Juve vinse 1-0 a Torino e passò il turno grazie allo 0-0 del Principato. Nel ’97-’98, invece, perse la finale col Real proprio dopo aver eliminato i monegaschi in semifinale.

sorteggi-champions

Zidane e Djetou in Juve-Monaco del 1998

Real-Atletico è il terzo atto di un must della storia recente della Champions: la dècima e la undècima il Real le ha vinte in finale contro i cugini, in due partite che vengono ricordate come beffe incredibili dalla Madrid colchonera. La sconfitta ai rigori nella finale di San Siro dello scorso maggio, con Griezmann che ne sbaglia uno nel secondo tempo, l’illusione della vittoria in quella di Lisbona 2014, spezzata da Sergio Ramos che sigla l’1-1 al 94′ e regala i supplementari ai suoi, poi trionfanti grazie alle reti di Bale, Marcelo e Ronaldo. Simeone non vuole più regalare nulla. Per i suoi si tratta della terza semifinale in 4 anni, la quarta addirittura per il Real. In Liga comandano i blancos, l’Atletico ha ritrovato il terzo posto da due settimane dopo un campionato più complicato del previsto ma in questo momento sembra più in palla. Il Cholo prepara la vendetta.

sorteggi-champions

Griezmann contro Marcelo nella finale di San Siro