Luigi Pellicone

Chelsea e Atletico. Quanto basta per abbassare il morale dei tifosi della Roma. Il sorteggio lascia in eredità qualche rimpianto. Come spesso accade, la Roma finisce a una pallina dal bivio. E, quasi regolarmente, imbocca la strada più difficile. Tant’è. La stagione entra nel vivo ed è inutile recriminare. Fra l’altro c’è la concreta possibilità di passarlo, questo turno. Follia? Anche no.

Una Champions più…Schick

La Roma deve fare la propria corsa sull’Atletico Madrid. Una squadra che, al di là della maggiore esperienza europea, non ha una differenza tecnica così marcata rispetto ai giallorossi. La discriminante è nell’esperienza. Di Francesco è al suo esordio assoluto in Champions. Simeone è un bucaniere navigato. La Roma, però, si presenterà al “vernissage” con due acquisti. Uno sarà, con ogni probabilità, Schick. Una tigre nel motore della nuova Roma. L’altro invece è Florenzi. Un campione ritrovato che sta bruciando le tappe: per prudenza non scende ancora in campo, ma per la metà di settembre sarà senza dubbio in grado di giocare i 90′ da par suo. Le spagnole, fra l’altro, gli portano anche una discreta fortuna: basti ricordare il gol capolavoro siglato al Barcellona. Un pallonetto memorabile da 60 metri.

Una Roma da battaglia: serve un’impresa in casa contro Atletico o Chelsea.

Dunque, come si passa questo girone? Molto, se non tutto, dipende dalla doppia sfida con l’Atletico Madrid. Considerato che tutte possono incamerare i sei punti contro il Qarabag, la prima all’Olimpico assume i connotati decisivi. Se la Roma riuscisse a vincerla si aprirebbero scenari molto interessanti. La sfida successiva, infatti è in casa del Qarabag, proprio in concomitanza con la sfida fra Chelsea e Atletico. E a quel punto la Roma, per forza di cose, potrebbe guadagnare punti. Quindi la doppia sfida con il Chelsea. Una si può anche perdere. Due no. Pareggiarle entrambe? Ni. Anche perchè, in contemporanea, l’Atletico incamererà sei punti con gli afghani. Tagliando corto. Se la Roma batte l’Atletico e il Qarabag e poi incamera almeno un punto con il Chelsea si può presentare al Calderon, alla penultima, quasi padrona del proprio destino. Anche perché l’ultima giornata è tutta in discesa. Impegno casalingo con il Qarabag e altri tre punti assicurati. Con 10-11 punti si passa. Sei dovrebbero essere già incamerati. Gli altri, bisognerà cercarseli. Difficile, difficilissimo. Non impossibile.