Redazione

Barzagli, non giocherà il derby della Mole dall’inizio. Al suo posto, Benatia accanto a Chiellini in vantaggio su Rugani. Scelte dettate dalla condizione fisica non eccellente del centrale bianconero, ma che lasciano in eredità alcune certezze. Il muro difensivo mostra qualche crepa. Alcuni stelle non sono state sostituite. E Rugani, quando le partite contano, non gioca mai.

Chiellini, tanto amore, ma quanti infortuni

Chiellini è alla sua tredicesima stagione in bianconero. Una storia d’amore infinita con la Signora. Mai lasciata, neanche in Serie B. Un simbolo. Meno elegante di tanti difensori, ma più efficace. Difficile vederlo impostare la manovra, tanto quanto vedere un attaccante saltarlo. Prima regola del calcio: il difensore, difende.  Sei scudetti consecutivi e due finali di Champions League. Una saltata, guarda un po’, per infortunio. Una costante ripetutasi negli anni e che inizia a pesare.

Howedes, un gigante dai piedi d’argilla

Howedes, intanto, è di nuovo ai box. Sembrava pronto per tornare in gruppo, dopo un’estate passata a curarsi. Operazione all’inguine, a maggio scorso. L’inizio della preparazione il 24 luglio, dopo 68 giorni di stop causati dall’intervento. Arrivato in Italia, ha ricominciato praticamente da zero. Pronti, via: affaticamento muscolare. E adesso un nuovo stop. La Juventus si guarda e si interroga. Il tedesco è cosi d’acciaio? Le qualità del Campione del Mondo sono note. Ciò che preoccupa, invece, è la tendenza all’infortunio: negli ultimi tre anni, una pericolosa confidenza con i contrattempi fisici: 18 partite perse nella stagione 2014/2015. Sedici nel 2015/2016. Lo scorso anno è filato più o meno liscio, ma meglio incrociare le dita…

Benedikt Howedes

Rugani, quando il gioco si fa duro lui…non gioca

Nell’immaginario dei tifosi, Rugani avrebbe dovuto sostituire Bonucci. Allegri lo considera affidabile, ma non abbastanza per affidargli, chiavi in mano, la cassaforte bianconera. Resta da capire se le decisioni del tecnico siano proporzionali alle carenze caratteriali di un ragazzo dagli enormi mezzi tecnici ma che, quando è stato chiamato a guidare a difesa, è crollato. Il pensiero corre al famoso Inter-Juventus di Coppa Italia.

Pronto  il ricambio generazionale

Fantacalcio-consigli

Caldara,  acquistato dalla Juve per quasi 25 milioni. A Torino da luglio 2018

Rugani sarà caricato di nuove responsabilità. Dall’Atalanta i bianconeri attendono Caldara e Spinazzola. Per il prossimo anno si pensa anche a De Vrij: l’olandese è in procinto di firmare un rinnovo con la Lazio, e si parla di una clausola rescissoria di 25-30 milioni. La Juventus dovrà rifletterci attentamente, però: anche l’olandese tende pericolosamente all’infortunio.