Redazione

Tutti pazzi per Patrick Schick. Sembra essere proprio l’attaccante della Sampdoria il pezzo pregiato del calciomercato. Prima Napoli e Inter e adesso prepotentemente Juventus e Roma si stanno muovendo per aggiudicarsi le prestazioni del centravanti ceco, 11 gol in in serie A (2 in Coppa Italia), uno dei pochi under 21 europei capaci di andare in doppia cifra in questa stagione.

Una clausola rescissoria non impossibile

Per prenderlo bastano – si fa per dire – 25 milioni. A tanto è stata fissata la clausola rescissoria dal presidente Ferrero, che nelle scorse settimane ha provato in tutti i modi ad alzarla. Ma non c’è stato niente da fare: il procuratore Paska è stato irremovibile. Per il centravanti il futuro è lontano da Genova. Ma molto dipenderà anche dalla volontà del giocatore, che attualmente percepisce un ingaggio da 330 mila euro all’anno, cifra che la Samp ha provato a raddoppiare allungandogli l’accordo fino al 2021 (con clausola portata a 40 milioni).  Tentativo fallito. La Juventus si è fatta sotto proponendo il pagamento della clausola in due rate, ma è di ieri sera la notizia di un blitz del nuovo direttore sportivo della Roma Monchi, che vorrebbe presentarsi alla tifoseria con un primo grande colpo in entrata.

A differenza della Roma, la Juventus potrebbe mettere sul piatto alcuni giocatori in prestito come appetitosa contropartita. Oppure lasciare il giocatore in prestito un altro anno a Genova, come vorrebbe Ferrero. Tutto si giocherà sul tempo, perché i giallorossi dovranno aspettare il matematico accesso diretto alla Champions League prima di poter formula un’offerta ufficiale. Tuttavia Monchi ha avuto rassicurazioni dagli agenti del calciatore: al momento non esiste nessun accordo con i bianconeri, anche se le offerte sono parecchie, alcune addirittura dalla Premier League. In Italia non ci sono solo Roma e Juve sul giocatore. Il ceco è un vecchio pallino di Sabatini, che non riuscì a portarlo nella Capitale per mancanza di liquidità in quella fase storica. Ora, il nuovo direttore sportivo dell’Inter, potrebbe riprovarci. Non servono molte strategie: basta pagare alla Sampdoria, magari in unica soluzione, la clausola di 25 milioni di euro.