Redazione

Assicurarsi un biglietto per Euro 2016 non è un’impresa facile. Da oltre un anno l’Uefa ha messo in vendita i tagliandi attraverso il proprio sito ufficiale, gli utenti hanno potuto richiedere il ticket e poi hanno dovuto aspettare che la sorte decidesse sulla loro presenza o meno alla competizione che prenderà il via venerdì 10 giugno in Francia.

I biglietti per tutte le partite del girone dell’Italia sono finiti da tempo. Sul sito dell’Uefa, chiaramente. In giro c’è qualsiasi cosa e, come succede per i migliori concerti del mondo, a prezzi più che maggiorati. Proprio per questo l’Uefa si è voluta tutelare intensificando i controlli e lanciando il Ticket Safety Tool. Si tratta di un utiliy tool per il browser, un’estensione: gli utenti ricevono un avviso sul proprio schermo in caso di navigazione su un sito non autorizzato alla vendita dei biglietti degli Europei. Lo stesso tool può essere usato per l’invio dei siti sospetti alla Uefa per l’analisi. Ci sono utenti che vendono i propri biglietti tramite piattaforme stile AirBnb, ma a volte questi tagliandi sono falsi o inesistenti; su altri siti, invece, si corre il rischio del phishing o di essere infettati da virus in grado di rubare i dati bancari per svuotare il conto corrente del malcapitato di turno. Ticket Safety Tool protegge da tutto ciò

Acquisizione a schermo intero 02062016 234856.bmp

 

Lo abbiamo scaricato e provato in giro per il web. Tutti, ma proprio tutti, i siti che escono digitando su Google “biglietti Euro 2016”, a meno che non si tratti di quello ufficiale dell’Uefa, vengono segnalati dall’estensione.

Anche solo guardando i prezzi si può arrivare alla stessa conclusione: a quell’indirizzo c’è qualcosa che non va. La partita d’apertura Francia-Romania, per esempio, è ancora disponibile: è la più costosa appunto perché gara inaugurale, i prezzi ufficiali vanno da 75 a 595 euro. Che non è poco, ma in giro per la rete i tickets si trovano a partire dai 120 euro fino ad arrivare anche a 11-12 mila! Il Ticket Safety Tool, qui, lampeggia all’impazzata.

I tagliandi delle tre partite del girone costano 25, 55, 105 e 145 euro a seconda della categorie di posti. Ma, almeno per quanto riguarda l’Italia, cercando sul web non si scende dai 115 euro per il posto di minor prestigio. E allora che fare? Se non avete tanti soldi da spendere e non volete aspettare l’apertura del botteghini sotto allo stadio, vi conviene ”ripiegare” su Russia-Slovacchia, Ucraina-Irlanda del Nord, Islanda-Ungheria, Romania-Albania, Islanda-Austria. Ancora acquistabili sul canale ufficiale della competizione.