Elisa Ferro Luzzi

Claudio Ranieri e Antonio Conte, atto secondo a Stamford Bridge. Il tecnico del Leicester torna di nuovo nello stadio londinese per affrontare l’ex ct della Nazionale e della Juventus, questa volta per il primo derby italiano della stagione in Premier League: i due, infatti, in Inghilterra si sono già incontrati a settembre in occasione della Coppa di Lega vinta dal Chelsea grazie ad una splendida rimonta (da a 4-2) che ha visto Fabregas protagonista. Da quella partita tante cose sono cambiate: il Leicester in campionato non decolla e rischia di passare in pochi mesi dalla favola all’incubo, per Conte si parla di esonero un giorno sì e l’altro pure.

Non solo Conte e Ranieri: italiani in difficoltà

Il miracolo compiuto da Ranieri la scorsa stagione ha convinto gli inglesi ad investire sui tecnici italiani, ma siamo solo alla settima giornata e l’allenatore tricolore non va più di moda. Il primo a saltare è stato Guidolin, che lo Swansea ha mandato via forse prematuramente, poi c’è stato l’addio di Di Matteo alla Championship; non sta facendo male Mazzarri al Watford e, anzi, è diventato pure simpatico. Per il momento campa di rendita per aver battuto il Manchester United di Mourinho e il club gli chiede solo la salvezza, ma i flop degli altri italiani mettono anche lui sotto stretta osservazione. Per il momento la panchina di Conte al Chelsea, che ha rialzato la testa battendo l’Hull City nell’ultima trasferta, è salva. Abramovich sembra averlo confermato nuovamente, ma molto dipenderà dal lunch match di sabato.

I bookmakers intanto continuano ad abbassare le quote: sono sicuri che l’ex ct della Nazionale italiana stia per saltare. Dopo l’improvviso ed inatteso aumento di puntate sull’imminente licenziamento del manager italiano, gli allibratori inglesi hanno portato da 33/1 a 4/1 la quota sul suo esonero. Il divorzio, per i bookies, è quasi una certezza. Anche se poi, di contro, per sabato prevedono la vittoria del Chelsea: Blues nettamente favoriti, il tabellone Snai dà la vittoria a 1,57. Si sale a 4,00 per il pareggio mentre il successo del Leicester (che non vince a Stamford dal 2000) pagherebbe sei volte la scommessa.

Conte incerto sul suo futuro al Chelsea

Conte incerto sul suo futuro al Chelsea

I tifosi non vedono di buon occhio un eventuale esonero del tecnico italiano. “Il Chelsea vuole esonerare Conte? Ma sono matti???”, “Se mandano via Conte sarebbe un’altra grande idiozia, come quando non hanno tenuto Ancelotti” il tenore dei commenti sui vari social. Dopo sette giornate il Chelsea si trova al settimo posto in classifica a sei punti dal Manchester City capolista ma, visto l’andamento disastroso della scorsa stagione, i supporters considerano questi risultati in linea con la rosa a disposizione. Nel 2004 sempre i tifosi dei Blues difesero a spada tratta lo stesso Claudio Ranieri, fatto fuori dall’appena arrivato Abramovich che gli preferì Mourinho, lanciando una vera e propria campagna intitolata “Save Claudio”.

Già, Claudio. Che al Leicester sta campando ancora di rendita, ci mancherebbe altro. Ma che prima o poi qualche risultato in questa stagione dovrà portarlo a casa. Sono solo due le vittorie delle Foxes nelle ultime cinque partite, così come quelle dei Blues, e solo 8 i punti in classifica. Ranieri, dopo la leggendaria vittoria della Premier la scorsa stagione, sapeva bene che confermarsi sarebbe stato impossibile. Ma forse è giunto il momento di rimboccarsi le maniche per non sprofondare negli abissi della classifica: il Leicester, dopo aver fatto sognare tutto il mondo la scorsa stagione, questo proprio non se lo merita.

Ranieri campione d'Inghilterra con il Leicester

Ranieri campione d’Inghilterra con il Leicester

L’ultima volta che i due si sono incontrati, in Italia, è datata 25 marzo 2012: Conte allenava la Juve, Ranieri l’Inter. I gol di Caceres e Del Piero convinsero Moratti ad esonerare il tecnico romano, che fu poi sostituito da Stramaccioni. E se questa volta le parti si invertissero?