Elisa Ferro Luzzi

Cristiano Ronaldo è sempre più Cristiano Ronaldo. Il 4-1 rifilato dal Portogallo alla Lettonia due giorni fa porta ancora una volta la sua firma. Non solo: CR7 ora guida la classifica generale dei capocannonieri delle qualificazioni al Mondiali del 2018 in Russia con 7 gol in compagnia di Lewandowski.

Ronaldo come Robbie Keane e Gerd Müller

E’ durante le ultime tre gare che Cristiano ha raccolto di più: ad ottobre ha rifilato quattro gol all’Andorra ed uno alle Far Oer andando a concludere un 2016 quasi irripetibile in chiave Nazionale: 11 reti messe a segno nell’anno solare e la vittoria dell’Europeo. Ma l’ultima doppietta rappresenta per il campione portoghese il punto di partenza per andare a scalare il podio dei più grandi marcatori europei nella storia delle Nazionali. La semirovesciata alla Lettonia è infatti la rete numero 68 di Cristiano con la maglia del Portogallo, che schizza al quarto posto di questa speciale graduatoria al pari di Robbie Keane ma soprattutto di Gerd Müller, leggenda del calcio tedesco e mondiale. La scalata di Ronaldo a questa speciale classifica è cominciata 13 anni fa, quando appena 18enne decise l’amichevole con il Kazakistan mettendo a segno la sua prima rete con la maglia del Portogallo. Da allora non si è più fermato ed è diventato sia il recordman di presenze (136) che di gol (68) del suo paese. Müller ha impiegato solamente 62 partite a siglare lo stesso numero di gol, ma Ronaldo è fresco di rinnovo fino al 2021 e può tranquillamente superarlo e di molto.

Gerd Muller

Gerd Müller raggiunto da Cristiano Ronaldo a quota 68 gol in Nazionale

L’OBIETTIVO ORA E’ KLOSE, LA SFIDA PUSKAS
Il prossimo gigante del gol europeo da passare è Miroslav Klose: l’ex attaccante della Lazio, ora assistente del ct della Germania Loew, detiene il record di gol segnati nelle varie edizioni dei Mondiali ed è inoltre il più prolifico attaccante tedesco con 71 gol. A CR7 basterà poco per superarlo, la vera sfida sarà raggiungere il primo gradino del podio occupato dall’ungherese Ferenc Puskas che di gol ne ha segnati ben 84. Al secondo posto c’è un altro ungherese, Sandor Kocsis, a quota 75. Per quanto riguarda i calciatori ancora in attività, Cristiano è tranquillamente al comando: dietro di lui ci sono Robbie Keane, Zlatan Ibrahimovic (62) e David Villa (59) che hanno già annunciato il ritiro dalle rispettive nazionali. A seguire Wayne Rooney, che di gol ne ha fatti 53 e davvero non rappresenta un pericolo.

Puskas è l'obiettivo quasi impossibile di Cristiano Ronaldo

Puskas è l’obiettivo quasi impossibile di Cristiano Ronaldo

PELE’ E DAHARI GLI OBIETTIVI MONDIALI
Vogliamo CR7 alla guida anche della classifica dei cannonieri mondiali? Il primo obiettivo da raggiungere è Pelé, 77 gol con la maglia del Brasile. In cima al podio c’è il malesiano Mokhtar Dahari con 125 realizzazioni, a seguire l’iraniano Ali Daei con 109: raggiungerli sarà impossibile, ma quando si parla di Cristiano Ronaldo non bisogna dare niente per scontato.

Mokhtar Dahari capocannoniere della nazionale malese con Maradona

Mokhtar Dahari capocannoniere della nazionale malese con Maradona

RONALDO RE DEL MANNEQUIN CHALLENGE
In attesa di stabilire altri record e di un altro Pallone d’Oro, Ronaldo ha realizzato uno dei video più simpatici per un contest che impazza sul web: il Mannequin Challenge. Si tratta di una sfida che sta coinvolgendo gli sportivi e i personaggi famosi di tutto il mondo: bisogna realizzare un video nel quale i giocatori e lo staff appaiano come se fossero congelati mentre compiono una qualsiasi azione. In questo momento la posa che va per la maggiore è quella dell’attaccante del Real Madrid piazzato al centro dello spogliatoio in mutande e con gli addominali ben contratti mentre simula una delle sue più classiche esultanze.