Redazione

Una corsia di destra da ritoccare in attesa di Karsdorp e un esterno alto: la Roma è vigile sul mercato per completare una catena che, complice i tempi di recupero dell’olandese e Florenzi, si ritrova con Bruno Peres e Defrel. Il brasiliano ha qualità eccelse dalla metà campo in su, ma non brilla in fase di contenimento. Ecco perché Monchi cercherà una soluzione che garantisca solidità e qualità. Il sogno resta Cuadrado, ma vi sono movimenti di mercato che interessano da vicino i giallorossi.

Attenzione a Lichtsteiner, l’usato sicuro

Attenzione ai movimenti in Costa Azzurra. Il Nizza punta Lichtsteiner, che non rientra nei piani di Allegri come titolare. Il tecnico livornese deve recuperare De Sciglio. Una scelta da difendere a maggior ragione dopo la Supercoppa Italiana. Gli spazi per lo svizzero sono ristretti. Quanto basta per guardarsi altrove: il contratto è in scadenza e non sarà rinnovato. Non è impossibile che l’esterno lasci la Juventus entro fine agosto. Monchi potrebbe inserirsi nella trattativa, o, meglio ancora, sfruttarla. Come? Rilanciando sul prezzo, non eccessivo, e ricomporre così la coppia di esterni della Lazio di qualche anno fa. Lichtsteiner è un’operazione ambiziosa dal punto di vista ambientale in una città come Roma, anche se, in questo senso, qualcosa sta cambiando. La piazza ha già dimostrato una grande maturità con Kolarov. Quindi un “bis” non sarebbe sgradito. Anzi. Lo svizzero è un terzino di qualità, affidamento e temperamento. Nonché disciplinato tatticamente. Il profilo ideale per la Roma di Eusebio Di Francesco. Resta da capire se la Juventus abbia voglia di rinforzare una rivale diretta.

Niang libera…Promes

Intanto qualcosa si muove sul fronte orientale: Niang potrebbe accasarsi allo Spartak Mosca. Una notizia che interessa la Roma. Se l’ex rossonero trova l’accordo con i russi, libera, di fatto Promes. Un nome che è da tempo nell’agenda di Monchi, che lo ritiene il sostituto ideale di Salah, per doti tecniche e realizzative.

Lesterno olandese, giovane, ma non giovanissimo (classe 1992) è valutato 25 milioni di euro: ha speso la propria carriera fra Olanda e Russia, dove, nelle ultime tre stagioni, ha realizzato 47 reti in 90 partite. Abbastanza per attirare l’attenzione su questo ragazzo che stupisce per allungo in velocità, controllo di palla, dribbling e freddezza negli ultimi sedici metri. Qualità che lo rendono un profilo aderente alle richieste di Eusebio Di Francesco. Restano alcune incognite: il collaudo in un campionato più “probante” rispetto a quello russo e olandese. E la carta d’identità: Promes è giovane, ma non giovanissimo. Spendere una cifra importante e gettarlo nella mischia è un’operazione rischiosa. Però potenzialmente vincente. Alla Monchi.