Redazione

Tra il calciomercato che impazza, le squadre europee in giro per le tournée estive, i preliminari di Europa League e le Olimpiadi ormai alle porte, vi proponiamo una rassegna delle notizie calcistiche più curiose della settimana appena trascorsa.

La maglia di Buffon in un museo
Grazie alla sua 150esima partita disputata con la maglia della Nazionale azzurra, Gianluigi Buffon entra di diritto nel Museo del calcio di Coverciano. La casacca indossata dal portiere juventino ora è ben esposta, sotto teca, con tanto di autografo. Leggenda vera.

La maglia di Buffon esposta a Coverciano.

La maglia di Buffon esposta a Coverciano.

Incidente diplomatico in Prima Categoria piemontese
Corsa contro il tempo della società Monregale Calcio, nata dalla fusione tra Virtus Mondovì e Vicese (provincia di Cuneo), per indicare agli organi di stampa la corretta denominazione del nuovo sodalizio calcistico: Monregale Calcio al posto di Vicese 84, come invece la Figc ha riportato nei calendari. Ecco la nota della società: “La nostra società, nata ufficialmente il 1. luglio 2016 con atto notarile di trasformazione, ha provveduto (con non poco sforzo!) nei tempi indicati alla consegna della documentazione richiesta dalla Federazione italiana gioco calcio: all’invio tramite posta elettronica certificata ha fatto seguito la consegna a mano, una successiva via fax… Nonostante tutto sia stato eseguito come richiesto, l’apparato burocratico che governa il mondo del calcio dilettantistico si è dimostrato ancora una volta estremamente lento ed inefficace e venerdì sera, al momento della pubblicazione dei gironi, abbiamo avuto questa “sorpresa” che ha subito scatenato in noi un vivace disappunto, per utilizzare un eufemismo. La MONREGALE CALCIO è attiva e molto viva, già in mattinata provvederemo a comunicare a “chi comanda” la necessità di un celere se non immediato intervento sulla denominazione, onde evitare problematiche future ed ulteriori e spiacevoli disguidi.”. Urge trovare subito rimedio, anche se gli uffici sono chiusi per ferie.

Si ritira l’autore del gol più bello del 2015
E’ stato premiato dalla Fifa come autore del gol più bello del 2015, addirittura di più di quello di Florenzi al Barcellona da centrocampo. Eppure a 6 mesi da quel gol segnato con la maglia del Flamengo nel campionato goiano, Wendell Lira ha deciso di ritirarsi dal calcio a soli 27 anni. Troppe le delusioni che avrebbe ricevuto nel mondo professionistico. In futuro ha detto che si dedicherà ai videogiochi, cercando di diventare un vero campione.

La corrispondenza con un Core ‘ngrato
Ha risposto con una lettera in 5 punti Aurelio De Laurentiis al Core n’grato Higuain dopo il suo passaggio alla Juventus, grazie al pagamento della clausola rescissoria di 90 milioni di euro. Il primo forse è il più significativo: “Se il signor Gonzalo Gerardo Higuain era così indispettito dalla mia presenza, ha impiegato molti anni per capirlo, a meno che non sia una persona falsa o un ottimo attore. Ma escluderei quest’ultima possibilità: di attori me ne intendo”.

Il ritorno di Bobo e subito le prime incomprensioni con la stampa
Tre giorni fa Bobo Vieri, in vacanza (e allenamento) a Formentera, ha annunciato dal suo profilo Instagram il ritorno in campo a 43 anni in Cina. Bobo si è messo davvero sotto e in poche settimane di lavoro ha perso 10 chili. Su sua stessa ammissione ha detto che deve perderne altri due per raggiungere il peso forma di 89 kg. Vieri però non ha preso benissimo il commento dell’agenzia di stampa La Presse alla notizia del suo ritorno e su Twitter non è stato tenero con i giornalisti che avevano battuto la notizia.

Il botta e risposta tra Vieri e LaPresse su Twitter

Il botta e risposta tra Vieri e LaPresse su Twitter.