Elisa Ferro Luzzi

Simone Inzaghi è pronto a vivere il suo primo derby da allenatore della Lazio. La partita che un tecnico a Roma aspetta per mesi, la partita che lui – da 17 anni nell’ambiente laziale – ha vissuto più volte da giocatore e di cui perciò percepisce bene l’importanza in qualsiasi condizioni versino le due squadre. Lo ricordiamo giovanissimo nella Lazio di Eriksson, la più forte dell’ultimo ventennio insieme a mostri sacri come Nesta, Veron, Nedved, Mancini e Salas. Lo ricordiamo in Champions League, soprattutto quando rifilò quattro gol all’Olympique Marsiglia e divenne recordman delle Coppe Europee (20 centri, di cui 15 in Champions). Ma come sono andati i derby di “Simoncino” quando calcava i campi di Serie A? Insomma: non ha mai brillato più di tanto e soprattutto non è mai riuscito a regalarsi la gioia del gol. Meglio è andata invece nella sua esperienza da allenatore degli Allievi e della Primavera.

Inzaghi esulta dopo il secondo gol all'Olympique Marsiglia in Champions

Inzaghi esulta dopo il secondo gol all’Olympique Marsiglia in Champions

Inzaghi non ha mai segnato un gol nel derby

E’ il 1999 e Sergio Cragnotti preleva Simone Inzaghi, fratello di Super Pippo in quegli anni alla Juve, dal Piacenza. La concorrenza, in quella che quell’anno era considerata una delle formazioni più forti d’Europa, è spietata e Simoncino non riesce ad essere quasi mai titolare, specialmente nei derby. Il 21 novembre del 1999 fa il suo esordio nella stracittadina partendo dalla panchina: la Lazio sta perdendo 4-1 con la Roma, al posto di Salas entra il giovane attaccante piacentino ma ormai la partita è compromessa. Il 25 marzo del 2000 l’esordio dal primo minuto: nonostante il morale sotto ai tacchi per la sconfitta di Verona che compromette seriamente l’inseguimento alla Juve, la Lazio vince il derby 2-1 grazie ai gol di Nedved e Veron. Inzaghino, premiato da Eriksson che lo ha schierato dal primo minuto lasciando Salas in panchina, viene sostituito al 74′ da Boksic. La sua storia nelle stracittadine romane prosegue tra alti e bassi: Inzaghi, durante la sua carriera calcistica alla Lazio, nei derby è sceso in campo 10 volte in totale. Collezionando 7 sconfitte, due vittorie ed un pareggio.

Simone Inzaghi tra i protagonisti del secondo scudetto della Lazio

Simone Inzaghi tra i protagonisti del secondo scudetto della Lazio

MEGLIO I DERBY DA ALLENATORE DEGLI ALLIEVI E DELLA PRIMAVERA
Decisamente migliore il suo rapporto con la stracittadina da quando ha intrapreso la carriera da allenatore. Nel 2010 gli viene affidata la panchina degli Allievi Regionali della Lazio ed è subito successo contro la Roma: le giovani aquile vincono 2-1. Nella stagione successiva solo pareggi, in quella dopo ancora torna l’incubo derby per il tecnico biancoceleste: la prima sfida in campionato vede la Lazio perdere 1-0, stesso risultato nella Scopigno Cup. Poi, finalmente, il riscatto: la terza stracittadina della stagione viene vinta 3-0 dai giovani aquilotti. In final eight una vittoria ancor più bella e pesante: 3-1 ai giallorossi nel giugno del 2013; nel 2014 la promozione a tecnico della Primavera per sostituire Bollini, vice di Reja in prima squadra. Inzaghino, che ormai è diventato grande, incontra la Roma a marzo e la batte 3-2, così come nelle final eight grazie ai gol di Lombardi e Murgia (che quest’anno ha fatto esordire in Serie A). Il primo maggio del 2015 il suo successo più grande: una doppietta dell’australiano Oikonomidis permette alla Lazio di vincere la sua terza Coppa Italia Primavera, la seconda consecutiva, proprio ai danni della Roma

Il più grande successo di Inzaghi è la Coppa Italia vinta con la Primavera contro la Roma

Il più grande successo di Inzaghi è la Coppa Italia vinta con la Primavera contro la Roma

DA RIPIEGO AD ALLENATORE RIVELAZIONE DELLA SERIE A
Il resto è storia recente: è stato chiamato nel finale della scorsa stagione a sostituire l’esonerato Pioli. Poi, in estate, il mancato arrivo di Bielsa nella Capitale ha convinto Lotito a ripartire da lui. Quello che sembrava un ripiego si sta trasformando in una importante realtà: Inzaghi sa far giocare al meglio la Lazio che ha a disposizione e spera di confermare nel derby le sue doti da tecnico. Dimenticando il fatto di non aver mai segnato un gol alla Roma da giocatore.