Redazione

Inutile negarlo, ormai la Liga spagnola è il campionato, assieme alla Premier League, con il maggior appeal internazionale. Sarà merito della presenza di Messi, Ronaldo e di tutte le altre grandi star che giocano nella prima divisione spagnola, ma quando si tratta di cercare campioni, spesso si guarda da quelle parti. Ad innamorarsi della Liga è stata ora anche la Super League cinese, che cerca proprio in Spagna le nuove stelle da portare in oriente, dopo avere effettuato un saccheggio scientifico prima delle squadre russe e ucraine e poi delle inglesi, come dimostra l’arrivo in Cina di Oscar.  Perfetta controprova di questa teoria sono le ultime due operazioni internazionali di club cinesi.

Bakambu, 74 milioni di motivi per accettare la Cina

La prima riguarda Cedric Bakambu, ormai quasi certamente ex attaccante del Villarreal, che a meno di clamorosi sconvolgimenti sarà acquistato dal Beijing Guoan per la strabiliante cifra di 74 milioni di euro. La stessa che, grosso modo, avrebbe portato all’arrivo in Cina di Aubameyang, al Guangzhou di Cannavaro, se la trattativa non fosse naufragata ufficialmente per la volontà del club cinese di puntare meno sugli acquisti dall’estero e più su un vivaio nazionale. Il fatto che il franco-congolese, un attaccante di buon livello nella Liga, sia pagato quanto uno dei top scorer della Bundesliga degli ultimi anni già la dice lunga su quanto il campionato spagnolo venga considerato nel paese del Dragone.

Contratti milionari per superare il poco appeal della Super League

Certo, il prezzo gonfiato di Bakambu è certamente legato sia ad una volontà di convincere il Villarreal di cedere a gennaio il suo giocatore migliore, che all’inflazione calcistica che ha seguito gli ultimi grandi acquisti di club spagnoli come quello di Coutinho. A guadagnarci in ogni caso è il calciatore, che sul suo nuovo contratto verrà cifre da capogiro, 18 milioni di euro a stagione. Come sempre in questi casi resta il dubbio di cosa spinga, denaro escluso, un calciatore di 26 anni con un’ottima carriera in una squadra importante a fare armi e bagagli e trasferirsi dall’altra parte del mondo in un campionato non esattamente probante dal punto di vista tecnico e tattico. Di sicuro Bakambu non dovrà preoccuparsi di come tenere il posto in nazionale, dato che sembra difficile che anche giocando in Cina non mantenga una forma che gli permetta di essere comunque il miglior attaccante del Congo.

Obiettivo Liga, dai campioni allo staff

E che ormai la Liga faccia scuola in ogni settore, non solo in campo, lo conferma invece una strana “cessione“ da parte del Real Madrid ad un club della Super League. Nessuna offerta stratosferica, non ci sono grandi calciatori diretti verso oriente, ma adesso la conquista cinese del calcio europeo passa anche attraverso lo staff delle big europee. A trasferirsi sarà infatti uno dei medici della prima squadra merengue, Joaquín Más, che terminerà il suo onorato servizio alla Ciudad Deportiva per trasferirsi allo Shanghai Shenhua, detentore della Coppa di Cina, in procinto di iniziare la preparazione per la prossima stagione. Más è un nutrizionista che negli ultimi anni ha conosciuto la notorietà a livello internazionale grazie al suo apporto alla forma fisica di Cristiano Ronaldo. Evidentemente i cinesi hanno pensato che se le superstar della Liga difficilmente accetteranno la corte della Super League, forse i campioni fuori dal campo sono più propensi a scoprire la Cina.