Matteo Muoio

Alle 23 di ieri si è chiusa la sessione invernale di calciomercato. L’ultimo giorno non ha fatto registrare grossi colpi: le piccole hanno fatto qualcosina, le grandi hanno pensato a vendere gli ultimi esuberi. I movimenti più importanti sono stati fatti a inizio gennaio. Comunque, nemmeno il tempo di smaltire ansie e delusioni per il mercato della vostra squadra del cuore che arriva il vero thrilling invernale: l’asta di riparazione del fantacalcio. Qualche buon consiglio su possibili innesti ve lo avevamo dato ad inizio mese, ora vediamo come muoverci alla luce di quanto fatto in questa sessione dai club di serie A.

Caldara o Fazio, aggiungete centimetri dietro

Tra i difensori nessun arrivo o movimento particolarmente rilevante. Sicuramente, però, ad agosto qualche pedina importante degli attuali scacchieri vi sarà sfuggita. Ad esempio Federico Fazio della Roma. Era stato preso per sopperire all’infortunio di Rudiger e veniva da due stagioni in panchina tra Siviglia e Tottenham.  Doveva essere la terza o quarta scelta, i guai fisici e lo scarso rendimento di Vermaelen e Juan Jesus gli hanno permesso di diventare titolare e ora per Spalletti è inamovibile, specie col nuovo schieramento a 3. Media alta, pochi cartellini e presto i quasi due metri di altezza potrebbero regalargli la prima gioia in Serie A. Caldara pure all’Atalanta partiva panchinaro e nessuno scommette su un panchinaro dell’Atalanta. Gasperini lo ha messo dentro ed è diventato il perno difensivo della Dea; prestazioni sontuose e una certa confidenza col gol – ben 3 in 14 presenze – hanno attirato le attenzioni della Juve, che per averlo – dal 2018 – ha sborsato ben 25 milioni.

Fantacalcio-asta

Caldara realizza il gol dell’1-1 in Atalanta-Roma

CENTROCAMPO TRA GENOVA E FIRENZE

Dal centrocampo iniziamo a trattare alcuni giocatori che hanno mosso il mercato. Saponara, ormai corpo estraneo all’Empoli, si è accasato alla Fiorentina. Se in estate ci avevate puntato fareste bene a venderlo; vero, i viola giocano col doppio trequartista, ma uno slot è di Bernardeschi e l’altro deve giocarselo con Ilicic, senza contare che Paulo Sousa spesso avanza Borja Valero. Parte dei soldi ricavati potreste investirli su chi lo ha sostituito ad Empoli, Omar El Kaddouri. A Napoli nell’ultimo anno e mezzo ha giocato poco e niente, ma la concorrenza era spietata e lui non è un esterno d’attacco, mentre aveva fatto benissimo a Torino nel biennio precedente. Ha colpi importanti e in una piazza come Empoli potrebbe esaltarsi. Occhio anche ad Hilijemark, passato dal Palermo al Genoa. Il biondo svedese aveva da tempo abbandonato la causa rosanero, dove comunque lo scorso anno aveva dimostrato di saperci fare, anche in zona gol. All’esordio col Grifone ha timbrato subito il cartellino e Juric ha intenzione di schierarlo dietro le punte. Potrebbe essere un buon colpo low cost. Dei rossoblu citiamo pure Taarabt; nonostante i quasi due anni di ozio forzato in Portogallo, contro la Fiorentina ha cambiato la partita quando chiamato in causa. Un azzardo, ma dovesse esprimersi sui livelli di due anni fa al Milan risulterebbe un ottimo innesto.

Fantacalcio-asta

Taarabt ai tempi del Milan

I MOVIMENTI DEL MILAN, SOGNO PETAGNA

Davanti bisogna iniziare con gli affari rossoneri. Se avete perso Niang è quasi naturale sostituirlo con Deulofeu. Montella ha detto di puntarci, l’infortunio di Bonaventura gli spiana la strada dell’11 titolare. A Empoli, da dicembre, si è accesa la stella di Mchedlidze, autore di 5 gol nelle ultime 8 partite. Per Martusciello è un titolare, la cessione di Gilardino gli ha tolto un’ombra ingombrante. Petagna molto probabilmente sarà uno dei nomi caldi di molte aste; i più ad agosto avranno puntato sul più quotato Paloschi, venderlo per prendere chi lo ha scalzato è d’obbligo. Infine Federico Chiesa: in estate era un giovane aggregato dalla primavera, ora per Sousa è un inamovibile. Gioca esterno basso, ma sta dimostrando confidenza col gol, è ottimo in zona assist e prende spesso voti alti.

Fantacalcio-asta

Petagna con la maglia dell’Under 21