Redazione

C’è anche un po’ di Italia in Francia-Romania, gara inaugurale di Euro 2016. Sul terreno di gioco dello Stade de France a Saint Denis, tra i padroni di casa, è pressoché certa la presenza dall’inizio degli juventini Evra e Pogba. Se il 35enne esterno, rinato in casa bianconera, è sicuro del proprio futuro a Torino alla luce del recentissimo rinnovo di contratto biennale, la stessa cosa non può dire il “Polpo”, corteggiatissimo proprio in questi giorni da Real Madrid e Manchester United. «Lasciare la Juve quest’estate? Sto pensando alla prossima partita, adesso c’è l’Europeo, dopodiché andrò in vacanza», glissa l’interessato a poche ore dal debutto agli Europei. L’acquisto di Pjanic da parte della Juventus potrebbe però aprire le porte a una cessione di Pogba.

Chiriches sogna l’impresa

Pogba, stasera, farà di tutto per trafiggere Tatarusanu, portiere della nazionale romena e della Fiorentina. Non sarà facile per l’estremo difensore dei toscani, anche lui al centro di tante voci di mercato, mantenere la porta inviolata contro i padroni di casa, trascinati dal proprio pubblico. Ad aiutarlo ci sarà Chiriches, centrale e capitano della nazionale del ct Iordanescu. Il difensore del Napoli è reduce da alcuni acciacchi, ma qualche giorno fa ha rassicurato tutti: «Mi sento bene e sono in forma al cento per cento». Avrà entusiasmo da vendere dal momento che nelle ultime due stagioni, tra Tottenham e Napoli, ha giocato soltanto 18 partite di campionato: «Vogliamo lottare per i nostri sogni», ha spiegato una settimana fa al giornale inglese “Guardian”.

Difficilmente sarà della partita, se non per contrattempi durante i 90 minuti, Digne, terzino sinistro della Roma, non ancora certo di restare nella Città Eterna anche nella prossima stagione. Al francesino l’idea piace di rimanere nella Capitale, ma il Paris Saint-Germain dovrà concedere uno sconto sul riscatto o rinnovare il prestito ai giallorossi. Al suo fianco, in panchina, ci sarà anche il 20enne Coman, lanciato due anni fa dalla Juventus e tuttora di proprietà dei bianconeri, che l’hanno dato al Bayern Monaco in prestito biennale. Il talentino francese, originario di Guadalupe, potrebbe entrare nella trattativa per portare Benatia dal Bayern a Torino. Come vedete, anche in tempo di Europei, il calciomercato spopola.

Altri “ex italiani” sono i romeni Moti, difensore che ha avuto una fugace esperienza nel Siena (4 presenze nel 2008), Torje, ex centrocampista dell’Udinese (21 gare e 2 gol nel 2011-12), e Alibec, attaccante emergente con un passato nella Primavera dell’Inter (e 2 presenze in Serie A con i nerazzurri nel 2010-11). Per loro le probabili formazioni dicono che è verosimile che vedano dalla panchina l’inizio di Euro 2016. Sicuramente sarà seduto in panchina, quella della Francia, Didier Deschamps, ex centrocampista della Juventus e allenatore dei bianconeri nella stagione più difficile, in Serie B, nel 2006-07. Avrà tanta pressione su di sé perché ai padroni di casa è richiesto, in genere, quantomeno l’approdo in finale. Impresa tutt’altro che semplice, anche per le sua Francia.