Redazione

In attesa che papà Diego Pablo accetti l’ormai quinquennale corte dell’Inter, che lo vuole sulla sua panchina per ribaltare le gerarchie della Serie A, la presenza della famiglia Simeone nel nostro paese si allarga a vista d’occhio. E se il primo Cholito, Giovanni, è alla sua seconda stagione qui da noi e sta ben figurando con la Fiorentina, ora tocca al secondogenito, Gianluca, già inserito nella cantera del River Plate e attualmente svincolato, accasarsi in Italia. Ad assicurarsi le sue prestazioni per un anno e mezzo è il Frosinone, che punta a sparigliare le carte per la promozione in A grazie al talento del Cholito 2.0.

Gianluca Simeone, meglio di Giovanni?

Di Gianluca Simeone si è sempre detto un gran bene, al punto che spesso nelle disquisizioni su quale dei tre piccoli Simeone (sì, perchè c’è anche Giuliano, che papà Diego ogni tanto si porta sul campo durante gli allenamenti dell’Atletico) sia il migliore, il nome del fratello di mezzo spuntava più spesso di quello del giocatore della Fiorentina. E siccome il calcio italiano ha regalato a Giovanni l’occasione di mettersi in mostra, anche Gianluca spera che il suo trasferimento tricolore possa seguire le orme…di famiglia. Già, perchè nonostante il Cholo…senior sia più ricordato per la sua esperienza all’Inter, aveva fatto il grande salto già nel 1992 con il Pisa, per poi accasarsi all’Atletico Madrid.

Dal River Plate al Frosinone

Un’esperienza, quella del campionato italiano, che deve aver segnato profondamente Diego Simeone, data questa predilezione dei suoi figli per il calcio tricolore. In attesa di Giuliano, però, nessuno pare aver ereditato il ruolo di papà. Anche Gianluca infatti è centravanti, proprio come Giovanni, e nelle giovanili del River Plate si è fatto il nome di attaccante rapace e con un eccezionale fiuto del gol, oltre che con una tecnica non indifferente. Il Cholito junior arriva a Frosinone dopo uno stop abbastanza fastidioso per un problema al quinto metatarso, ma di certo cercherà di dare sin da subito il suo contributo alla battaglia per la promozione, che vede i ciociari al momento primi assieme al Palermo.

E Gianluca Simeone diventa quindi il secondo figlio d’arte di campioni stranieri ad arrivare in Italia in questa sessione invernale di calciomercato. Il primo è infatti Rafinha, secondogenito di Mazinho, campione del mondo 1994, e fratello di Thiago Alcantara, attualmente al Bayern Monaco. E assieme a Federico Chiesa, questi ragazzi puntano a diventare grandi nel calcio italiano. Verrebbe da dire, nel nome del padre.