Redazione

Stiamo finalmente attraversando l’ultimo ponte di questo lungo periodo, che dura ormai dal Venerdì Santo. Tantissimi appuntamenti sportivi: calcio, tennis, volley, Formula 1, MotoGp. Non sono mancate ovviamente nemmeno le notizie curiose. Ecco la nostra consueta carrellata tutta da leggere.

“Mi vuoi sposare?”

Una dichiarazione d’amore in campo al fischio finale di Matera-Monopoli 1-1, in Lega Pro. Francesco De Rose, 30enne centrocampista della formazione di casa, ha chiesto la mano alla sua compagna Patrizia Doronzo. “Non sono tanto bravo con le parole, te lo chiedo così: mi vuoi sposare?” ha detto De Rose, inginocchiato davanti alla sua futura sposa. La risposta? Un emozionato “sì”, salutato da uno striscione e dagli applausi dell’intero stadio. Quanto Love.


SFIORATI SCONTRI TRA MILANISTI E NAPOLETANI
Che paura in Autogrill a Montepulciano. Intorno alle 5 del mattino è stato evitato uno scontro tra tifosi milanisti e napoletani, di ritorno dalle rispettive trasferte a Crotone e Milano, grazie al tempestivo intervento della polizia. A riferire dell’accaduto una nota la Questura di Siena. Due gli agenti rimasti leggermente contusi a causa del lancio di sassi. I milanisti, circa 100, avevano notato il gruppo di una quindicina di tifosi del Napoli, e hanno cercato di avvicinarli. La presenza della Polizia è riuscita a farli desistere dalle intenzioni bellicose.

LA COREA DEL NORD VESTE MADE IN ITALY
Nonostante le tensioni internazionali di queste settimane, proseguono gli affari tra la Legea di Pompei e la Corea del Nord, che fornisce dal 2010 le magliette alla nazionale di calcio di Pyongyang. Pensate che la società è nata proprio nel 1966, anno dell’eliminazione dell’Italia da parte della Corea del Nord in quella che viene considerata una vera e propria disfatta. Il patron Luigi Acanfora, intervistato nei giorni scorsi da “Linkiesta”, respinge le accuse di inopportunità: «Se una squadra viene accettata ai mondiali e riconosciuta dalla Fifa, perché non possiamo vestirla?».

ANTONIO GIOVINAZZI: SCOMMESSA PERSA
Impegnativa lezione di automobilismo per il giovane pilota della Ferrari Antonio Giovinazzi, in forza alla Suaber. Giudici i due driver ufficiali Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. I due hanno sottoposto Giovinazzi a una serie di domande sul circuito del gran premio di Formula 1 in Russia prima della gara. Il giovane ha sbagliato alcune risposte e per penitenza gli è toccato fare un intero giro di corsa del circuito. Cattivissimi i ferraristi!

IN NAZIONALE GRAZIE AI VIDEOGIOCHI
Jonny Evans in Nazionale grazie ai videogiochi. L’ex difensore del Manchester United è stato scoperto sul famoso ‘Football Manager’. Protagonista della ‘Grande intervista di Graham Hunter’, il giocatore oggi al West Bromwich Albion ha raccontato la vicenda che gli ha permesso di debuttare con la maglia dell’Irlanda del Nord: «Avevo 19 anni e ricevetti una telefonata, stavo andando in discoteca. L’assistente Terry Gibson mi ha svelato più tardi il motivo per cui sono stato chiamato in prima squadra. Mi disse: “Non sapevamo niente di te, ma mio figlio ti ha visto su Football Manager”. Il figlio mi ha raccomandato a Gibson, che lo ha poi riferito all’allenatore Sanchez. Così ho giocato la partita».