Redazione

I numeri non sono minimamente paragonabili, eppure il guanto è lanciato. Higuain risponde a Cristiano Ronaldo e permette alla Juventus di mettere una seria ipoteca sul biglietto per Cardiff. Vero, questa Champions e questo Monaco ci hanno abituati a imprese fantascientifiche, ma l’impressione è che la Juventus vista al Louis II sia troppo forte e troppo solida per i ragazzi terribili di Jardim. Bianconeri ben organizzati e cinici al punto giusto, anche e soprattutto grazie a Gonzalo Higuain, che sfrutta il 100% delle occasioni che gli capitano e mette le ali alla Vecchia Signora.

Sfida stellare tra due macchine da gol

Numeri abbiamo detto non certo paragonabili, dato che il Pipita è solo a diciotto reti nella massima competizione europea, abbastanza lontano dalle 103 del portoghese. E anche l’efficacia nelle fasi a eliminazione diretta volge decisamente a favore di CR7, che solo con le otto marcature realizzate nelle ultime tre partite tra Bayern e Atletico doppia tranquillamente l’argentino che contro il Monaco è arrivato a quota quattro. Sfida impossibile per Higuain? A occhio sì. Ma mister 94 milioni sta dimostrando che anche le sue reti contano e soprattutto che segna quando il resto della squadra zoppica. Nove doppiette stagionali, Higuain bussa (quasi) sempre due volte e risolve le partite ad Allegri. Era accaduto un girone fa nel derby di andata, ma anche con Sassuolo, Cagliari, Bologna, Chievo e Pescara. Senza dimenticare il gol che al momento vale uno Scudetto a Torino contro la Roma.

C’è stato un periodo di appannamento sotto porta, ma il digiuno del Pipita è stato tranquillamente metabolizzato dalla Juventus, che ha continuato comunque a segnare e vincere. Eppure l’argentino si è risvegliato e pare proprio averlo fatto al momento giusto. Ora, ritorno con il Monaco permettendo, nel mirino c’è il Millennium Stadium e l’incrocio con l’amico-rivale Cristiano Ronaldo. I due condividono un importante record stabilito con la maglia dei Blancos, che risale alla stagione 2010-11. Assieme a Benzema hanno infatti realizzato l’iperbolica cifra di 118 reti in una sola stagione (60 per Cristiano, 32 per il francese e 26 per l’argentino), diventando il tridente più prolifico della storia del calcio. A Cardiff dovremmo vederli in campo tutti e tre. E i numeri dicono che, comunque vada, sarà spettacolo.