Luigi Pellicone

Maestri nel complicarsi la vita. Anche quando tutto va a gonfie vele, all’Inter accade sempre qualcosa che inficia la serenità dell’ambiente. Come se ci si divertisse a rovinare un giocattolo che finalmente funziona.

Povero Spalletti…

Ancora polemiche, ancora Icardi contro la curva Nord. La domanda è: perchè? A chi giova creare queste spaccature? Eppure Spalletti, reduce dall’esperienza romana, aveva raccomandato unità d’intenti, nel nome del bene supremo della squadra. E invece niente. Parole al vento. Nonostante una squadra prima in classifica, a punteggio pieno e con un calendario che permette una mini-fuga. Ci sarebbero tutti gli ingredienti per una torta perfetta. Il tecnico toscano, però, è maestro nell’infilarsi (stavolta involontariamente) in situazioni dal retrogusto al cianuro. Verrebbe quasi da ridere, se non ci fosse da preoccuparsi.

Icardi sbanda in curva

L’ultima spal…lata alla serenità nerazzurra ha origine proprio dalla sfida con gli estensi: una parte della Curva Nord diffonde un comunicato non esattamente amichevole. La richiesta è chiara. Nessun coro per Icardi. E per nessun altro giocatore. Però, in primis, evitare di incitare il puntero argentino. L’idea di base è che segna e vince l’Inter, non il singolo. Si esulta per la maglia, insomma, e non per i calciatori. Un atteggiamento che, per certi versi, si allinea all’idea di Spalletti: non esistono primedonne. Per altri, però, evidenziano antichi rancori mai sopiti. Una polemica che dura da anni e affonda le radici nell’autobiografia pubblicata dal calciatore argentino, apertamente in contrasto con la frangia più calda del tifo nerazzurro.

La risposta non si è fatta attendere

In nome del bene dell’Inter non si può soprassedere? Evidentemente no… Anche perchè Icardi non è certo il tipo che rimane in silenzio. Tramite il proprio profilo Instagram, ha pubblicato il video che ritrae l’esatto momento in cui realizza il gol del vantaggio su rigore contro la SPAL. Le immagini “parlano” da sole: tutto lo stadio acclama il nome di Maurito insieme allo speaker.

 

🔵⚫️⚽️ #MI9 #SanSiro

Un post condiviso da Mauro Icardi (@mauroicardi) in data:

Quanto basta per dimostrare che, nonostante gli “inviti” più o meno gentili a non elogiarlo, i tifosi si sono stretti intorno a lui. Del resto che senso ha criticare chi, in 3 giornate di campionato, ha già segnato cinque gol? Appunto, roba da Inter.