Redazione

Inter, luci a intermittenza sotto l’albero. La sensazione è che i nerazzurri si siano fermati sul più bello e che possano rivivere l’esperienza della banda Mancini, al primo posto per quasi metà campionato e poi scivolata in quarta posizione. In effetti l’Inter sembra andata oltre le sue reali possibilità sinora. Per restare dove è dovrebbe rendere al 150% per tutto il campionato. Oppure intervenire massicciamente sul mercato. Le risorse si possono trovare anche in casa, ma sino a un certo punto.

Uno o due esterni e un centrale difensivo

Spalletti è a caccia di esterni, offensivi e difensivi. La sua Inter è divenuta troppo prevedibile nel gioco e né Perisic né Candreva brillano per continuità. Giocatori straordinari quanto umorali. Se si inceppano, e accade piuttosto spesso ultimamente, la squadra non decolla. L’infortunio di D’Ambrosio restringe ulteriormente il margine di scelta anche in difesa. Il tecnico di Certaldo ha recuperato Cancelo, che però soffre di preoccupanti amnesie in fase difensiva. Dall’altra parte, Santon, Nagatomo e Dalbert, in tre, non costituiscono una garanzia. Non a caso l’Inter ha messo gli occhi su Deulofeu che potrebbe essere il colpo del mercato di gennaio. Spalletti tuttavia non perde di vista neanche quanto accade in Inghilterra. Darmian è ancora una pista percorribile e particolarmente apprezzata. Resta anche da risolvere il problema del quarto centrale. Bastoni dall’Atalanta è una bellissima speranza, ma a questa Inter servirebbero certezze. Come Mangala, ad esempio. Sfiorato la scorsa estate, potrebbe giungere a Milano con la formula del prestito.

E anche un po’ di soldi

Il mercato dell’Inter non è esattamente semplice da portare a compimento. Anzi. Lo stretto controllo del governo cinese sulle attività di Suning potrebbe ridimensionare il mercato, già condizionato dal Fair Play Finanziario. Dunque, le risorse da spendere passano attraverso una o più cessioni. Vi sono diversi giocatori che interessano. Uno è Joao Mario, difficilmente piazzabile perchè, per motivi di bilancio, va venduto almeno a 30 milioni. L’altro è Perisic. Mourinho sembra disposto a pagare la clausola. Se entrambi lasciassero Milano l’Inter avrebbe una ottantina di milioni da reinvestire. Una cifra mica da poco.