Massimo Piscedda

Inzaghi batte Di Francesco 2-1. Quando un allenatore ha la meglio su un altro si tende troppo a focalizzare l’attenzione sulla tattica, e si esagera sulle capacità di chi gestisce la squadra. I mister sono importanti ma non decisivi, chi vince sono sempre i giocatori, e chi li ha migliori alla fine ne esce vittorioso, anche se il calcio è l’unico sport di squadra dove a volte anche il debole vince, ma questo si verifica per una serie di coincidenze accompagnate da una buona dose di fortuna.

Di Francesco non si può negare la capacità di aver condotto una squadra provinciale come il Sassuolo a contendersi un posto nelle medio grandi d’Europa, come a Inzaghi l’intelligenza di aver motivato ancora di più un gruppo già consolidato come quello laziale. Gli allenatori sono importanti e lo si vede quando una squadra funziona e ha continuità nei risultati e nelle prestazioni. Il futuro dirà se i due sono all’altezza della situazione e se le loro velleità coincideranno con le aspettative societarie. Il campionato italiano in questo momento dà la possibilità a qualsiasi allenatore di far bene, a patto che si trovi al posto giusto, al momento giusto, con calciatori di qualità.