Elisa Ferro Luzzi

E’ tempo di Juve-Barcellona: allo Juventus Stadium le due big europee tornano ad affrontarsi, in palio l’accesso alla semifinale di Champions League. L’ultima volta le due compagini si sono sfidate a Berlino, in quella storica finale vinta da Messi e compagni 1-3. Un dato interessante, analizzando le statistiche di quello storico 6 giugno 2015, è che molti giocatori del Barcellona saranno di nuovo in campo. A conferma che il “blocco” può dare continuità ai risultati. La Juve ha alcuni giocatori che in quella finale c’erano, ma ha anche cambiato parecchio. Andiamo ad analizzare la situazione.

Juve cambiata, Barca no

Queste le formazioni schierate il 6 giugno 2015 all’Olympiastadion:

Juventus: Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra (Coman 89′), Marchisio, Pirlo, Pogba, Vidal (Pereyra 79′), Morata (Llorente 85′), Tévez.
Barcellona: Ter Stegen, Dani Alves, Piqué, Mascherano, Alba, Busquets, Rakitić (Mathieu 90’+1′), Iniesta (Xavi 78′), Messi, Suárez (Pedro 90’+6′), Neymar.

bbarcellona finale champions

La finale vinta dal Barcellona nel 2015

Queste le ufficiali di martedì 11 aprile

Juventus: Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.
Barcellona: Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Umtiti, Mathieu; Mascherano, Rakitic, Iniesta; Messi, Neymar e Luis Suárez.

La Juventus, ha ragione Allegri, in questi due anni è cambiata molto più del Barcellona: in bianconero saranno titolari (o entreranno a partita iniziata) soltanto tre o quattro protagonisti di quella finale, al massimo cinque; i catalani invece, se non fosse squalificato Busquets, si sarebbero potuti presentare con 10 degli 11 di Berlino; soltanto Dani Alves ha cambiato maglia passando proprio alla Juventus. Eppure si può dire che, soprattutto grazie al lavoro di Allegri e allo sviluppo di una mentalità europea che due anni fa era ancora in fase embrionale, la Juventus è effettivamente una squadra più solida di quella che perse 3-1, mentre è difficile affermare che il Barcellona sia sugli stessi livelli di allora, nonostante la storica rimonta su Psg. E’ comunque impressionante come il gruppo Barca si sia mantenuto quasi intatto negli anni. La squadra di Luis Enrique potrà nuovamente contare dal primo minuto su Piqué, Mascherano, Iniesta, Rakitic, Messi e Neymar. Se andiamo ancora più indietro nel tempo possiamo notare che nella finale 2011 vinta contro il Manchester United, il blocco Barça comprende ancora Piqué, Mascherano, Buquets, Iniesta e Messi così come nella finale del 2009 di Roma (tutti tranne Mascherano) vinta sempre contro lo United.

CHIELLINI-SUAREZ SI RITROVANO PER LA PRIMA VOLTA
Chiellini nel 2015 non giocò la finale a causa di un infortunio muscolare. Stavolta però ci sarà: sarà la prima volta che si ritroverà di nuovo davanti Suarez dopo il famoso morso che gli diede l’attaccante uruguaiano durante il Mondiale del 2014, quando la Celeste eliminò l’Italia dalla competizione. Cosa succederà quando i due finalmente si ritroveranno? Sul duello Suarez-Chiellini sembra si stia puntando 50 volte la posta su un altro morso del Pistolero al difensore della Juve, mentre la quota scenderebbe a 26,00 se Suarez dovesse mordere un qualsiasi altro giocatore bianconero.

suarez chiellini

Il morso che Suarez rifilò a Chiellini nel 2014