Luca Marchetti

Di Luca Marchetti. Inseguito per 12 mesi, preso in 24 ore. Matuidi sbarca a Torino, quasi a sorpresa. Per la tempistica, non certo perché nessuno immaginasse che prima o poi sarebbe sbarcato a Torino. La Juve ha voluto accelerare, durante Ferragosto, con un viaggio a Montecarlo. La sera del 15, l’accordo con Blaise e il clan Raiola. Poi il 16, alle 10 di mattina, sempre nel principato, arriva anche il PSG: la prima offerta era 15, la prima richiesta 25-30. Si chiude a 20 più 10 di bonus che saranno raggiunti se Matuidi raggiungerà almeno l’80% delle presenze con la maglia della Juve nelle partite ufficiali. Insomma se nei prossimi 3 anni (tanto durerà il contratto con opzione per il quarto) Matuidi sarà un titolare la Juve spenderà 30, altrimenti no. Più giochi (bene), più ti pago. Soluzione che raccoglie la soddisfazione di tutti.

Ma forse il più soddisfatto è Allegri che con un centrocampista così si prende muscoli, centimetri e chili. Si prende quegli strappi che ora la mediana Juve non ha. E si regala l’opportunità di poter cambiare anche la conformazione del centrocampo: da due a tre senza problemi vista la duttilità (e l’esperienza) del francese. Un vero colpo, in piena regola. E non è finita qui.

Sempre muro contro muro con l’Atalanta per Spinazzola che continua ad allenarsi a parte perché vuole solo il bianconero. Addirittura rifiutata un’offerta di rinnovo contrattuale (a raddoppiare l’ingaggio nell’immediato e tripicarlo in futuro) per inseguire il sogno bianconero. La Juve ha provato ad offrire all’Atalanta Laxalt. Niente da fare. Ha provato anche ad aggiungere un paio di milioni di euro per il disturbo all’Atalanta. Niente da fare (anche perché la differenza fra riscatto e controriscatto alla fine della stagione sul cartellino di Spinazzola è di 3 milioni e mezzo, quindi ci vorrebbero più soldi). Ma la Juve pure vuole Spinazzola e nonostante la resistenza fortissima dell’Atalanta continuerà ad insistere.

E poi c’è la vicenda Keita. Il ragazzo non se l’è sentita di andare all’allenamento per le condizioni ambientali che si sono verificate intorno a lui dopo la mancata convocazione di sabato scorso. La frattura con la Lazio è insanabile. Ma come andrà a finire nessuno può prevederlo. Anche perché alla Juve il giocatore interessa ma la Lazio tiene alta la valutazione nonostante tutto quello che sta succedendo. In questo caso bisogna solo aspettare…