Redazione

Juventus, il gioco si fa serio. E di solito, la Signora è sempre presente agli apputamenti con i trofei che contano, sopratutto in Italia. Mai come questa volta, però, il risultato è aperto. La Lazio proviene da un precampionato scintillante. Nessuna sconfitta, pochi gol subiti, tanta corsa e fisico. Già la brillantezza. Ciò che manca alla Juventus: spesso in difficoltà sul piano del ritmo, specialmente a centrocampo. Ecco perchè la finale è l’occasione per parlare di mercato.

Milinkovic Savic, l’obiettivo reale di centrocampo?

La partita si giocherà a centrocampo: la chiave tattica potrebbe essere Milinkovic Savic. Il ragazzo abbina qualità corsa e resistenza. Ciò che manca, in questo momento, alla truppa di Allegri. Il serbo sarebbe l’uomo perfetto per chiudere il cerchio del centrocampo bianconero. Del resto, non è impossibile pensare che la Juventus lo corteggi. Se a Torino, davvero, avessero voluto solo Matuidi, sarebbe già sotto la Mole. Specialmente a quella cifra (15 milioni). Invece,no. Magari il francese arriverà, ma solo se saranno sfumati tutti gli altri obiettivi.

Milinkovic a Torino per questioni di…famiglia

La Juventus, prima di chiudere per il centrocampista del PSG, con ogni probabilità punterà qualche ultima fiche su Milinkovic. E il diretto interessato, cosa ne pensa? Beh, certamente non gli dispiacerebbe raggiungere Torino. Questione di soldi? No, non solo. C’è anche il…cuore: fra le file dei granata milita un giovanissimo portiere. Il suo nome? Vanja Milinkovic-Savic: il Toro ha puntato a occhi chiusi su questo gigante di 202 centimetri che rappresenta il futuro della porta granata. Il Donnarumma del Toro. Milinkovic avrebbe già confidato ai suoi cari che, qualora lasciasse Roma, lo farebbe solo per raggiungere il “fratellino”.

Savic, ma non solo: 80 milioni per portarsi via anche Keita

Juventus su Milinkovic, ma non solo. La Lazio lo ritiene insostituibile. Ma anche incedibile? La Juventus è pronta a mettere sul piatto 80 milioni. 60 per il centrocampista. 20 per Keita. Un doppio colpo che ridisegnerebbe la Juventus e permetterebbe alla Lazio di trovare sostituti adeguati. Inzaghi, in conferenza, è stato abbastanza chiaro: guarderà in faccia Keita, per capire se il ragazzo è abbastanza determinato da affrontare la partita. Altrimenti giocherà qualcun altro. Parole eleganti, ma forti. Un atteggiamento signorile, che apre alla possibilità di non utilizzare il giovane senegalese, gia promesso sposo della Signora. Il mancato utilizzo rappresenterbbe la premessa per la cessione. Da solo, o con Savic? La Juventus ci prova. E magari, ci riesce.