Redazione

Si riparte. Obiettivo Kiev. La Juventus è in attesa di conoscere il proprio destino. Le prime sei tappe verso l’Ucraina presenteranno grandi insidie. Paradossalmente, era meglio finire in seconda fascia e godersi il 50% di possibilità di finire in un girone abbordabile. Niente da fare Il regolamento Champions premia, in base al ranking, le squadre campioni dei primi otto campionati europei. E quindi penalizza i bianconeri che, inseriti nella urna 1  avranno, al 100%, almeno un avversario complicato.

Le urne di Champions e le possibili avversarie della Juventus

Non c’è verso: solo da sperare nel male minore

La Juventus può pescare qualsiasi avversaria. In seconda fascia non ci sono squadre italiane. A bocce ferme la Juve può incappare (37,5%) nelle 3 spagnole (Barcellona, Atletico Madrid, Siviglia). Alternative? Oltralpe non si ride. I futuri campioni di Francia del PSG (12,5%), con annesso Neymar e forse anche Mbappè. Oltremanica, va anche peggio: Manchester. Al 25% Guardiola (12,5%) o Mourinho (12,5%). Infine le due pescabili: un altro 25% per Borussia Dortmund e Porto, impegnative, ma comunque abbordabili. Dunque, ricapitolando: otto possibili avversarie. Tre da pescare: Siviglia, Dortmund e Porto. La Juventus, a palline ferme, ha il 37,5% di base (che può schizzare o ridursi a seconda della composizione dei gironi) di centrare un girone abbordabile. Poco. Specialmente se paragonato a Roma e Napoli.

Il paradosso della terza fascia e le altre avversarie

Paradossalmente Roma e Napoli, in terza fascia, hanno meno possibilità di finire in un girone di ferro. Non potendo pescare la Juventus, il range si riduce a 7 squadre, di cui almeno 4 alla portata. (Shakhtar, Benfica, Spartak Mosca e Monaco). Ciò significa che Di Francesco e Sarri hanno il 57% di centrare un avversario più abbordabile della Juventus. C’è poco da consolarsi. Roma e Napoli dovranno anche loro fare i conti con la seconda fascia.Hanno il 43% di finire in un girone impossibile. Va beh, affari loro.

In compagnia delle due italiane ci sono Tottenham e Liverpool, Basilea, Besiktas, Olympiakos e Anderlecht. Ergo i bianconeri hanno solo 6 slot disponibili di cui due occupate dagli inglesi. Un altro, non proprio entusiasmante, 33% di possibilità di base. Anche l’ultima fascia presenta comunque qualche insidia, se non altro logistica. Pescare il Qarabag, campione dell’Azerbaigian è veramente una iattura, sebbene la partita sia poco più di un allenamento. Da evitare anche l’inverno moscovita e gli ambienti sempre “caldi” di Rotterdam e Glasgow. Il calcolo delle probabilità finisce qui. Poi si entra nel piano delle preferenze. Oggettivamente, il gruppo ideale sarebbe conSiviglia, Olympiakos e Qarabag. É chiedere troppo. Meglio allora limitare i danni: un girone con Real Madrid, Liverpool e Celtic non si augura neanche al peggior nemico.