Redazione

La Juventus non lascia, anzi, raddoppia. I bianconeri vogliono potenziare la corsia di sinistra. Alex Sandro e Asamoah non bastano. O meglio, non sono sufficienti alle ambizioni di Allegri che vuole una alternativa. Il ghanese ha dato tanto, forse tutto. E potrebbe anche lasciare la Juventus in extremis, direzione Turchia, o a gennaio. E a quel punto? L’idea è Ghoulam. Per almeno tre buoni motivi.

1) Indebolire un avversario diretto

Ghoulam ha un contratto in scadenza nel 2018 e non l’ha rinnovato. Il Napoli si fida della sua parola, a tal punto da lasciare andare Strinic, ma ancora, della firma, non c’è traccia. Dunque? A gennaio l’esterno basso sarà liberi di accordarsi con qualsiasi club. Il Napoli non vorrebbe privarsi del giocatore, ma non può neanche perderlo a parametro 0. Le condizioni per lo sgarbo ci sono tutte…

2) Più di un’alternativa a Alex Sandro

Allegri vuole un terzino di spinta, capace di accompagnare la fase offensiva e sovrapporsi alla ricerca del fondo. Caratteristiche che tracciano l’identikit dell’attuale esterno basso sinistro del Napoli. Un mancino naturale dotato di grande tecnica, ampia falcata e con i tempi di gioco perfezionati dalla cura Sarri. Nella sua esperienza azzurra, Ghoulam ha migliorato anche la conduzione di palla e il dialogo con i compagni, migliorando anche la fase difensiva. Qualità che gli permettono di essere più di un’alternativa ad Alex Sandro.

3) Si compra senza svenarsi. E poi non si sa mai…

Se Ghoulam non rinnova si può acquistare senza svenarsi. Attualmente la quotazione del calciatore si aggira su 10-15 milioni di euro. Cifra destinata a scendere considerevolmente specialmente a gennaio quando il calciatore, senza rinnovo, può liberarsi a zero. E dunque i casi sono due. O rinnova o va via a gennaio. Magari proprio alla Juventus che, risparmiando sul prezzo del cartellino, può ingolosire il calciatore con un ingaggio importante. E poi, visto le continue sirene che aleggiano intorno ad Alex Sandro, meglio cautelarsi. Che il mercato è volubile. E non si sa mai…