Adriano Stabile

Vincere (spesso) o perdere (raramente), non c’è alternativa per la Juventus. I bianconeri sono l’unica squadra rimasta a non aver mai pareggiato nei cinque principali campionati d’Europa (Italia, Spagna, Inghilterra, Germania e Francia). Fino allo scorso weekend i campioni d’Italia erano in compagnia dei tedeschi del Friburgo (in cui gioca l’italiano di Germania Vincenzo Grifo, 4 presenze e una rete nell’Under 20 azzurra) che poi, sabato pomeriggio, hanno chiuso sull’1-1 la trasferta sul campo del Bayer Leverkusen, dopo 5 vittorie e 7 sconfitte nelle prime 12 giornate della Bundesliga.

Juventus senza pareggi da 27 gare

Decisamente migliore rispetto al Friburgo è il bilancio della Juve: 12 vittorie e 3 sconfitte stagionali in campionato. I ragazzi di Allegri, primi in campionato, hanno pareggiato soltanto in Champions League: 0-0 il 14 settembre con il Siviglia e 1-1 il 2 novembre con il Lione, entrambe le volte in casa. In Serie A i bianconeri non conoscono pareggi da quasi nove mesi, era venerdì 19 febbraio e al Dall’Ara il Bologna fermò la formazione di Allegri sullo 0-0. Da quel giorno sono 27 i match della Juve senza pareggi.

I CAMPIONI DI GIBILTERRA HANNO FATTO DI PIÙ: 35 MATCH SENZA PARI
La serie bianconera è la seconda più lunga in corso al mondo: ha fatto di più soltanto il Lincoln Red Imps, squadra campione di Gibilterra che qualcuno ricorda per il fatto di aver sorprendentemente battuto 1-0 il Celtic ai preliminari dell’attuale Champions League. La piccola formazione iberica non pareggia da 35 gare in campionato: l’ultima volta accadde il 28 settembre 2015, oltre un anno fa, e fu un 1-1 contro l’Europa, seconda forza di Gibilterra. Nella serie del Lincoln Red Imps ci sono soltanto 2 sconfitte e la bellezza di 33 successi. Dietro alla Juventus invece troviamo, a quota 25 match senza pareggi, i tedeschi del Grolland e dello Jägersburg (attardati nei rispettivi girono di Oberliga, la quinta serie tedesca), i gallesi del Caldicot Town (ultimi nella serie B locale) e i lussemburghesi del Käerjeng (penultimi nel massimo campionato). Scendendo in graduatoria non troviamo squadre di campionati di rango, ma spicca il nome di un’altra formazione italiana, la Pergolettese di Crema, seconda nel girone B di Serie D dietro al Monza e a secco di pareggi  da 16 partite.

Juventus pareggi

Antonio Conte, la sua Juve pareggiò solo 3 volte nel 2013-14

IN SERIE A IL RECORD È DEL NAPOLI: UN PAREGGIO IN 34 PARTITE
Il record storico della Serie A per minor numero di pareggi in una stagione è in mano al Napoli, che nel 1930-31 si classificò al sesto posto pareggiando soltanto una delle 34 gare in campionato (18 furono le vittorie, 15 le sconfitte). Per quanto riguarda i tornei a 20 squadre, come oggi (e quindi con 38 giornate da disputare), il primato di minor numero di pari sale a tre ed è in mano al Milan 1949-50 (secondo in classifica con 27 vittorie, 3 pareggi e 8 sconfitte) e alla Juve dei record del 2013-14 (campione d’Italia con 33 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte). Tre anni fa sulla panchina bianconera c’era Antonio Conte. Oggi c’è Max Allegri, che difficilmente si dannerà l’anima per battere questo primato: gli interessa molto di più conquistare il suo terzo scudetto sotto la Mole, pareggio più… pareggio meno…