Matteo Muoio

A giugno Keita Balde saluterà la Lazio. Le trattative per il rinnovo del contratto – in scadenza 2018 – si sono arenate da tempo e Lotito è pronto a scatenare l’asta; partirà da 30 milioni, probabilmente ne incasserà 20-25. Tare inizia a scandagliare il mercato per trovare un sostituto all’altezza e pare stia guardando in Brasile; nei giorni scorsi è rimbalzato il nome di Luan del Gremio, compagno di Felipe Anderson nella selezione Olimpica, ma costa tanto – sui 20-22 milioni – e ha gli occhi di Arsenal e Tottenham addosso. Non convince neppure la candidatura di Valdìvia dell’Internacional, valutato sui 5-6 milioni ma più trequartista che esterno d’attacco. Chi, invece, potrebbe fare al caso di Inzaghi è Taison dello Shaktar; è stato accostato ai biancocelesti ad inizio settimana, il suo agente, Diego Dornelles, ha già fatto sapere che la Lazio sarebbe meta gradita, pur non avendo ricevuto ancora comunicazioni ufficiali dalla società.

Taison-Lazio- mercato

Taison in rete contro lo Zorya

Taison: occasione low-cost

Taison Barcellos Freita, brasiliano classe 1988. Un profilo importante. Cresciuto nell’Internacional di Porto Alegre, debutta in prima squadra nel 2008 e arriva in Europa nel 2010: gli ucraini del Metalist Kharkiv spendono quasi 7 milioni per strapparlo all’Inter. Due anni e mezzo su ottimi livelli, nel gennaio 2013 lo Shaktar punta su di lui per sostituire Willian, accasatosi al Chelsea. Un investimento da 15 milioni. Inamovibile con Lucescu e con Fonseca dopo di lui, ha deciso di cambiare aria dopo anni di vittorie e trofei: 2 campionati ucraini, 2 coppe d’Ucraina e 3 Supercoppe nazionali. Il suo contratto scade il prossimo dicembre e ha già fatto sapere di non voler rinnovare, lo Shaktar in estate potrebbe venderlo a prezzo di saldo per non rischiare di perderlo a 0. Un’occasione ghiottissima. Non un giovanotto, certo, ma un giocatore pronto e con grossa esperienza internazionale, quello che chiede Inzaghi; 44 presenze in Europa League, 30 in Champions, lo scorso settembre ha pure esordito con la Seleçao.

Taison in allenamento con la Nazionale

CARATTERISTICHE TECNICHE
Tipico funambolo brasiliano, somiglia molto al giocatore di cui ha raccolto l’eredità allo Shaktar, Willian. Ala velocissima, accelerazione devastante, tecnica sopraffina. Per caratteristiche il tassello perfetto da aggiungere ad Immobile e Anderson: lui da una parte, Felipe dall’altra, due frecce imprendibili. Rispetto all’esterno del Chelsea vede meno la porta – 30 gol in 144 presenze nel campionato ucraino – ma da 4 stagioni risulta il miglior assist man dello Shaktar. Lucescu ne apprezzava tantissimo la generosità e lo spirito di sacrificio, spesso lo schierava esterno di centrocampo in un 4-4-2 ultra offensivo, con Fonseca è tornato stabilmente nel tridente d’attacco. Destro di piede, predilige giocare sulla fascia opposta per convergere e cercare la soluzione a giro. Un po’ come Keita.