Mattia Deidda

Vietato sprecare una seconda opportunità. L’emergenza in casa Lazio non ha solamente portato al ritorno di Mauricio, ma anche a quello di Patric. In teoria storie diverse, in pratica uguali. Lo spagnolo non si trovava fuori rosa, ma è come se lo fosse stato. La situazione del rinnovo non fa passi avanti: le due parti sono ancora lontane ed i rapporti tra giocatore e società non sono dei migliori.

Il ritorno tra i titolari e l’opportunità 

Gli innumerevoli infortuni in casa Lazio hanno cambiato la situazione. Sfortunata la società, fortunato Patric, che si ritrova nell’unica situazione possibile per essere chiamato in causa. Sempre in panchina senza mai giocare, contro il ChievoVerona non è stato neanche convocato. Contro l’Hellas Verona ha invece trovato l’esordio stagionale. Novanta minuti ed una buona prestazione. In Europa League contro lo Zulte Waregem sarà di nuovo in campo. Un’opportunità caduta dal cielo: per ottenere un rinnovo alle cifre richieste c’è una sola via da seguire: dimostrare il proprio valore sul campo. Basta starà fuori per almeno due mesi, il tempo a disposizione c’è.

L’ora delle verità

Un paradosso, ma per Patric la partita di coppa sarà molto più complicata rispetto quella di campionato contro il Verona. L’avversario non è più forte, è semplicemente meno collaudata la Lazio che scenderà in campo. Inzaghi non sottovaluta la competizione, ma risulta impensabile schierare la squadra titolare anche in Europa League. Il rischio di trovarsi poi in difficoltà in campionato è troppo elevato. Spazio quindi a Caicedo, Lukaku, Murgia e Di Gennaro. In panchina Immobile, Leiva e Milinkovic-Savic. Sempre presente Luis Alberto. Se la squadra gira bene, ogni calciatore riesce a mostrare le proprie qualità. Giocare con i più bravi ti rende automaticamente un giocatore migliore. E se i più bravi inizieranno dalla panchina, sarà una sfida nella sfida per Patric, che può dimostrare il suo valore indipendentemente dalla forza della squadra schierata in campo. Dimostrarsi affidabile e continuo in qualsiasi circostanza è il primo passo per conquistare Inzaghi.