Redazione

Caso Keita ancora da sciogliere. Ci potrebbe pensare il…Barcellona portandosi via Dybala. Un’operazione che accelererebbe il passaggio del calciatore alla Juventus.

Torino o altrove, se Lotito ha deciso di venderlo, serve un sostituto all’altezza: Inzaghi ha già costruito un piccolo miracolo lo scorso anno. É impossibile ripetersi se gli si impoverisce un reparto che lo scorso anno ha funzionato bene. L’identikit del possibile sostituto del senegalese è noto: un calciatore polivalente, capace di ricoprire tutti i ruoli in avanti. Prima o seconda punta, al limite esterno d’attacco.

Un acquisto epico: Nicola Sansone

Il profilo richiesto dalla Lazio porta dritti a Nicola Sansone, attaccante attualmente in forza al Villlarreal. Il ragazzo si sta disimpegnando molto bene in Spagna, maturando qualita tecniche e tattiche importanti e spendibili nel nostro campionato. Un cavallo di ritorno piuttosto costoso, però: si parla di 18-20 milioni per riportarlo in Italia dove, peraltro, Sansone tornerebbe più che volentieri. É fra gli azzurrabili di Ventura e in cuor suo non ha ancora totalmente accantonato l’idea di giocarsi il Mondiale. In questa ottica, gradirebbe tornare a giocare in serie A anche per godere di maggiore visibilità.

Perfetto per Immobile, non per il 3-5-2

Sansone è un calciatore intelligente, molto funzionale in fase offensiva, però poco portato a difendere: il ragazzo lavora molto su movimenti e tempi di gioco, per sopperire a un fisico non eccezionale. Nato come esterno del 4-3-3, nel Villarreal si è “evoluto” giocando in costante proiezione offensiva: detta sempre il passaggio in profondità o viene incontro per cercare l’uno due con il centravanti e attaccare così lo spazio. La sua facilità di corsa gli permette di galleggiare fra le linee, ma non chiedetegli di difendere. Ecco perché è utilizzabile esclusivamente nella linea degli attaccanti. Se deve rincorrere, fatica: si fa saltare regolarmente o prendere in mezzo. Come esterno in un 3-5-2 soffrirebbe troppo e lascerebbe praterie agli avversari.

Buon giocatore, ma c’è di meglio

Sansone è un buon profilo, ma se il Villarreal non abbassa le pretese l’affare non si concluderà facilmente: anzi. Venti milioni è una valutazione eccessiva per un calciatore che ha sì una discreta confidenza con il gol ma non è certo uno spaccaporte. Si deve scendere, almeno, di 7-8 milioni per intavolare la trattativa. Non è questione di voler tirare sul prezzo, ma con la stessa cifra si possono puntare gente come Brahimi o Bacca. Oggettivamente superiori al pur ottimo ragazzo in forza agli spagnoli.