Redazione

Lazio-Udinese uno stop forzato: la pioggia anticipa la sosta. Una buona notizia o no per la truppa Inzaghi? Beh, il rinvio della partita con l’Udinese si presta a molteplici sfaccettature. Intanto è già derby. Una partita che, curiosamente, si giocherà alla pari. Sia Lazio che Roma affronteranno la stracittadina con una partita in meno. Niente calcoli, dunque. La Lazio avrà due risultati su tre per essere certa di conservare la quarta posizione.

I perchè di un rinvio propizio

Il rinvio capita a fagiolo, perchè la Lazio anticipa la sosta e aveva bisogno di recuperare alcuni titolari al meglio della forma. In primis Immobile. Sorride anche Ventura, che avrà a disposizione il bomber fresco e riposato, proprio come Parolo, in vista della doppia sfida con la Svezia. L’Udinese, fra l’altro, attraversa un buon periodo di forma. Viene da due vittorie consecutive e sta trovando compattezza e morale. Il recupero, ad oggi a data da destinarsi ma che con ogni probabilità si giocherà a gennaio, permetterà alla Lazio di presentarsi in piena forma e anche più riposata.

I perchè di un rinvio dannnoso

Il rinvio è dannoso perchè vincere aiuta a vincere e comunque la Lazio arrivava alla fine di questo ciclo con il morale a mille e la possibilità concreta di accorciare la classifica su Inter e Napoli. Un’occasione che non ricapiterà facilmente, in un campionato che non perdona i passi falsi contro le medio-piccole. La squadra, a prescindere da qualche calo di forma individuale, è in fiducia: fra l’altro i titolari si erano riposati contro il Nizza. Stare fermi troppo a lungo, anche se in molti saranno impegnati con le nazionali, può essere rischioso. Chi non è convocato rischia di perdere il ritmo partita con tutto ciò che ne consegue. E c’è sempre il rischio che il panorama roseo, a gennaio possa cambiare. Insomma, sempre meglio giocare. Anche se il vero quesito esula da tutto: è mai possibile che nel 2017 non si giochi per pioggia?