Mattia Deidda

Ennesimo infortunio in casa Lazio. De Vrij, uscito verso la metà del secondo tempo contro il Milan, non si è allenato con la squadra e non parteciperà all’andata della semifinale di coppa Italia. Niente di serio, all’apparenza, per l’olandese: solamente un affaticamento muscolare, da curare con attenzione in vista del ritorno di coppa ed i sedicesimi di Europa League. Nel problema, nasce l’opportunità: Wallace si alza in piedi, consapevole di avere adesso una chance per scalare le gerarchie.

Per Wallace un’occasione da non buttare

Un periodo negativo non può regalare un voto definitivo su un giocatore. Le ultime uscite di Wallace non sono state ottime, ma risulterebbe un errore etichettare un calciatore che in più di un’occasione ha dimostrato di avere delle qualità. In caso di chiamata in coppa Italia, il brasiliano sa bene di non poter permettersi di sbagliare. Nonostante la priorità sia ottenere un posto nella prossima Champions League, Inzaghi (e la società) non hanno intenzione di snobbare una competizione in grado di regalare un trofeo giocando a malapena cinque partite (con finale giocata in casa). Vincere aiuta a vincere, e la coppa Italia, seppur poco considerata, è la via più semplice per riuscire a costruire una squadra in grado di pensare in grande.

Un messaggio al futuro

Una situazione che Wallace ha già vissuto. Nonostante la giovane età, il brasiliano si è già dovuto rialzare. Sbagliare a Roma non è ammesso, sbagliare in un derby un suicidio. L’errore commesso dal brasiliano nella stracittadina della passata stagione avrebbe potuto distruggere un calciatore molto più esperto di lui. Così non è stato. L’ex Monaco si è rialzato, acquistando punti lentamente, fino ad essere schierato titolare nella finale di coppa Italia e di supercoppa, entrambe contro la Juventus. Gli errori commessi dal brasiliano sembrano dettati più dall’inesperienza che dalla qualità del giocatore. A San Siro, contro il Milan, Wallace potrebbe avere l’occasione di trovarsi al centro della difesa biancoceleste. Un’occasione per mandare un messaggio: la permanenza di De Vrij nella Lazio sembra difficile, e la società continua a cercare un leader per sostituirlo. Wallace è pronto a candidarsi.