Redazione

Polonia-Portogallo è la prima sfida dei quarti di Euro 2016, in programma stasera alle 21 al Velodrome di Marsiglia. Ad affrontare Cristiano Ronaldo e compagni ci sarà Robert Lewandowski, l’attaccante del Bayern Monaco capocannoniere della Bundesliga, 42 gol all’attivo nell’ultima stagione tra campionato e coppe. La storia calcistica recente ce lo ricorda soprattutto per quel 5-1 contro il Wolfsburg all’Allianz Arena, in cui segnò tutti e cinque i gol in soli nove minuti (tra il 51′ e il 60′) e grazie al quale entrò nel Guinness dei primati quattro volte: tripletta, quaterna e cinquina più veloci più record per aver segnato cinque reti come sostituto.

Agli Europei, però, la storia è differente: al suo debutto ad Euro 2012, ha trovato il gol dopo soli 17 minuti. Dopodiché non ne ha segnato più nemmeno uno. Incredibile come uno dei goleador più prolifici della nostra epoca nelle competizioni continentali non sia riuscito a combinare poi molto. E’ forse un problema della squadra che lo sostiene, non certamente all’altezza del Bayern? Non sembra, visto che è il capocannoniere delle qualificazioni ad Euro 2016 grazie alla quaterna messa a segno nella partita che la Polonia ha vinto 7-0 con Gibilterra, alla tripletta con la Georgia e alla doppietta sempre con Gibilterra nella sfida di ritorno. Ha chiuso la fase di qualificazione con 8 gol in 10 presenze portandosi a casa, appunto, il titolo di capocannoniere.

Blaszczykowski gli sta rubando la scena

La scena polacca se la sta prendendo tutta Jakub Blaszczykowski. L’attaccante dal cognome impronunciabile, che quest’anno ha giocato da noi in Italia con la maglia della Fiorentina, dopo quattro giornate europee ha segnato lo stesso numero di gol che ha segnato con la maglia viola in tutto il campionato. Sousa lo ha utilizzato con il contagocce e forse ha fatto male: ‘Kuba’, nella gara d’esordio contro l’Irlanda del Nord ha fornito a Milik l’assist del gol vittoria, poi ha siglato un gol bellissimo contro l’Ucraina e un altro utilissimo contro la Svizzera più un rigore sempre agli elvetici. Inoltre ha messo lo zampino in tutti e cinque i gol segnati dalla Polonia negli ultimi due campionati europei (tre gol e due assist).